News 2 min

Assassin’s Creed, il primo capitolo nasconde un segreto “raccapricciante”

I cavalli del primo Assassin's Creed nascondono un segreto davvero inquietante.

Il primo capitolo di Assassin’s Creed si rivelò un successo davvero impressionante, diventando in breve tempo un fenomeno culturale e contribuendo alla realizzazione di uno dei più importanti franchise non solo per Ubisoft, ma per l’intero panorama videoludico.

La saga è così riuscita ad evolversi e approcciarsi a continui miglioramenti, fino ad arrivare al recentissimo Assassin’s Creed Valhalla (che potete acquistare in consegna rapida su Amazon), ma per la prima storica avventura di Altaïr si rivelarono necessari diversi compromessi tecnici.

A rivelarlo è stato Charles Randall, ex sviluppatore di Ubisoft che lavorò proprio alla prima storica avventura del franchise, del quale ha svelato un segreto davvero «raccapricciante», almeno in termini di programmazione (via Rock Paper Shotgun).

Una delle feature più importanti del titolo era infatti la possibilità di esplorare il vasto mondo di gioco anche a cavallo: ebbene, proprio queste creature sarebbero in realtà… degli scheletri umani.

A causa di una limitazione tecnica, i tool utilizzati da Ubisoft consentivano infatti di programmare azioni legate esclusivamente a personaggi «bipedi», richiedendo dunque non poco ingegno per adattare dei veri e propri scheletri umani e trasformarli, solo visivamente, in cavalli.

Charles Randall ha infatti confermato che tutte le maestose creature che Altaïr ha cavalcato fino a quel momento erano delle vere e proprie persone, facendo i complimenti agli animatori per essere riusciti a nascondere il tutto ai giocatori.

Proprio i cavalli sono stati spesso protagonisti dei glitch più divertenti e folli nel primo Assassin’s Creed: dopo aver scoperto questo segreto, sicuramente tanti limiti tecnici assumono un nuovo significato.

Un retroscena sicuramente molto interessante, ma altrettanto inquietante: siamo infatti certi che, se sceglierete di tornare a vestire i panni di Altaïr, probabilmente non riuscirete più a vedere i cavalli allo stesso modo.

In ogni caso, si tratta sicuramente di uno dei titoli più importanti di sempre: è infatti riuscito a ispirare una saga che, secondo molti fan, dovrebbe tornare proprio alle origini.

In attesa di scoprire quali saranno le prossime novità in arrivo, segnaliamo che un nuovo contenuto di Assassin’s Creed Valhalla sarà disponibile gratis.

Se siete iscritti a Xbox Game Pass, segnaliamo inoltre che potete scaricare gratis Assassin’s Creed Origins, che recentemente è stato aggiornato con l’apposita patch next-gen.