Tsubasa, Goku e demoni – Gli articoli della settimana

Settimana all'insegna dei grandi personaggi, con gli approfondimenti che abbiamo dedicato ai videogiochi appena arrivati o prossimi al debutto

SPAZIOWEEKLY
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 25 Gennaio 2020 - 12:11

È una settimana all’insegna dei grandi personaggi, quella che abbiamo appena vissuto sulle pagine di SpazioGames: dalle prove con Doom Eternal e con Captain Tsubasa, passando per la questione dei rinvii di questo 2020 e per la recensione di Dragon Ball Z: Kakarot – ripercorriamo gli articoli imperdibili di questi giorni.

Dietro le quinte di Cuphead

Apriamo segnalandovi il nuovo video speciale del nostro Adriano Di Medio, che come sapete si occupa di sviscerare videogiochi scoprendone riferimenti culturali, significati, rimandi folkloristici, collegamenti storici e quant’altro. Questa volta, in un appuntamento imperdibile, è toccato al peculiare Cuphead finire sotto la lente d’ingrandimento del nostro redattore.

In un lungo viaggio con Cuphead e Mugman, scopriamo così i rimandi ai ruggenti Anni Venti (quelli del Secolo scorso, non questi) e quelli all’animazione dell’epoca, ma non solo: il gioco di Studio MDHR trabocca di allusioni alla cultura popolare, strizza l’occhio a una citazione dietro l’altra e veicola il suo messaggio in modo riuscitissimo e peculiare. Potete scoprire tutto nel nostro video articolo.

Tsubasa, Goku e demoni – Gli articoli della settimana

La Caccia ai Mostri anche su PC

È stato invece Luca Bianchi a sviscerare per noi l’arrivo su PC di Monster Hunter World: Iceborne, l’attesa e titanica espansione dedicata al gioco di caccia ai mostri firmato da Capcom. Come già accadeva su console, questa espansione si presenta con dimensioni davvero generose, proponendo contenuti che potrebbero benissimo rappresentare un intero nuovo gioco.

Tra creature inedite e rispolverate, nuovi rank a cui ambire, equipaggiamenti tutti da forgiare e materiali da raccogliere per poterli craftare, avrete di che intrattenervi, anche su PC. Ovvia nota sulla componente tecnica, che restituisce un affascinante colpo d’occhio – anche se per ora il gioco è azzoppato da alcuni inciampi che, speriamo, possano venire risolti presto dagli sviluppatori, con nuove patch correttive.

Tsubasa, Goku e demoni – Gli articoli della settimana

La follia del Joker

In settimana, il nostro Silvio Mazzitelli ha messo le mani su Joker in Mortal Kombat 11. Il celebre cattivissimo di casa DC sarà uno dei personaggi che si uniranno al roster del violento picchiaduro nell’immediato futuro e, abbiamo scoperto controller alla mano, avrà decisamente il suo perché.

In una disamina, abbiamo così analizzato le mosse a sua disposizione, dal bastone da passeggio ai poveri ostaggi esplosivi, per spiegarvi cosa potete aspettarvi dal suo arrivo nel gioco. Non sarà sicuramente un personaggio immediato per i neofiti, ma i kombattenti più agili avranno di che intrattenersi.

Tsubasa, Goku e demoni – Gli articoli della settimana

Il bello (e non) di Dragon Ball Z: Kakarot

Il nostro Valentino Cinefra è giunto al suo verdetto definitivo su Dragon Ball Z: Kakarot, fatica di casa Bandai Namco che mette insieme l’enorme universo narrativo di Dragon Ball Z e lo affianca a tentate meccaniche da gioco di ruolo.

Il risultato è un’opera trionfale per i fan della serie, che troveranno di che sguazzare tra riferimenti, trame, personaggi, ambientazioni e momenti topici da rivivere. Di contro, però, il sistema di gioco presta il fianco a più di un appunto, con missioni secondarie trascurabili e alcune meccaniche di gameplay che non appaiono abbastanza approfondite da poter avere un vero impatto nell’esperienza complessiva.

Il risultato è quello di un videogioco che è un atto d’amore verso i fan di DBZ, ai quali farà indubbiamente battere forte il cuore, una sorta di esperienza enciclopedica interattiva che, perché no, potrebbe magari diventare il primo passo di un nuovo corso dei videogiochi dedicati a Goku e compagni.

Inoltre, ad accompagnarla c’è anche uno speciale, che vi segnaliamo di seguito, in cui vi consigliamo un po’ di attività con cui intrattenervi nell’endgame, in caso abbiate già consumato la campagna principale del gioco.

dragon ball z kakarot recensione

Rinvia che ti passa

Dopo i tanti rinvii di queste settimane (Final Fantasy VII RemakeCyberpunk 2077Marvel’s AvengersDying Light 2, in un anno che era già stato “colpito” dallo slittamento di The Last of Us – Part II), il nostro Domenico Musicò ha riflettuto in un articolo su questa tendenza di fine generazione, che sta di fatto svuotando la prima parte dell’anno, colmandola di vere e proprie voragini, per tentare di affollare di più la seconda – che sarà, però, anche quella incentrata sulla next-gen.

Che il 2020 sia l’anno giusto per smaltire un backlog ormai torreggiante che ci fissa dall’alto, o che stia tentando di tenere in coda tutti i grandi nomi – magari, concedendo spazio a quelle che potrebbero rivelarsi grandi uscite e che sono per il momento nell’ombra – sappiamo per certo che la transizione dalla current-gen alla next-gen si verificherà in un anno diverso da come si era preventivato alla vigilia.

Tsubasa, Goku e demoni – Gli articoli della settimana

Spara, eternamente, spara

Il nostro Matteo Bussani ha potuto mettere le mani su Doom Eternal, l’atteso sparatutto di id Software che farà il suo esordio il prossimo 20 marzo – dopo il rinvio dello scorso anno. Se il ritardo vi aveva preoccupati, magari con il timore che il gioco potesse non rivelarsi all’altezza delle aspettative, sarete felici di sapere che le nostre impressioni sono più che positive.

L’esperienza ammazza-demoni è più fresca che mai, senza tradire la sua identità e una personalità che ha fatto scuola nel genere. Quanto abbiamo potuto provare è ottimo e ci sono tutte le premesse perché Eternal si affermi come uno dei grandi esponenti del genere, un ottimo colpo di coda di questa generazione. Vedremo se le nostre impressioni iniziali, avute dopo tre ore a tu per tu, si confermeranno poi in sede di recensione.

Tsubasa, Goku e demoni – Gli articoli della settimana

Il calcio secondo i giapponesi

Alzi la mano chi non ha mai visto nemmeno un episodio di Holly & Benji, o Captain Tsubasa, se preferite. Se non avete alzato la mano, probabilmente avete vissuto una roccia – o siete troppo giovani, o troppo vecchi, dipende. Siamo però abbastanza sicuri che in molti abbiano replicato affermativamente al nostro quesito, perché l’anime dedicato al calcio – calcio visto dai giapponesi, ovviamente – è stato un vero e proprio fenomeno di culto dei pomeriggi dei giovanissimi, anche in Italia. E, chissà, magari continuerà ad esserlo.

Ci conta indubbiamente Bandai Namco, che ha dato modo al nostro Matteo Bussani di provare con mano il nuovo Captain Tsubasa: Rise of New Champions, che è davvero un gioco di calcio, ma un gioco di calcio nello stile unico di Captain Tsubasa.

Preparatevi, allora, a meccaniche di gameplay uniche e a una vera e propria immersione nell’universo di Tsubasa, che sarà ricreato, in perfetto stile anime, in questa uscita su PS4, PC e Nintendo Switch.

Tsubasa, Goku e demoni – Gli articoli della settimana

È un 2020 che inizia a offrire molti interessanti spunti, quello che stiamo vivendo. Bandai Namco propone una settimana sugli scudi, tra il nostro verdetto su Dragon Ball Z: Kakarot e la prova con mano del già attesissimo Captain Tsubasa. In tutto questo, spazio anche per Doom Eternal, che si è rivelato quel trionfo di demoni e shooting che volevamo, e per Joker, pronto ad arrivare in Mortal Kombat 11 e a conquistarsi il palcoscenico.

SpazioGames vi augura come sempre buon weekend!




TAG: SpazioWeekly