Rubriche 4 min

Tra Sogni, zombie e Apocalisse – Gli articoli della settimana

Tra next-gen e fine generazione, appuntamenti con giochi che arrivano e quelli che saranno

Il 2020 sta ancora vivendo momenti di introduzione, in vista delle grandi uscite (dopo i tanti rinvii) che ci attendono nei mesi a venire. Nei giorni scorsi c’è stato comunque modo di parlare di alcuni progetti particolarmente interessanti arrivati a compimenti, o che abbiamo potuto toccare con mano in vista della futura uscita – nel caso specifico, uscita anche su next-gen.

Ripercorriamo le pubblicazioni imperdibili dei giorni scorsi nella nostra rubrica SpazioWeekly.

Final Fantasy VII: il punto

Manca ancora qualche settimana all’esordio di Final Fantasy VII Remake, che questa settimana ha visto la pubblicazione del video introduttivo. In vista del debutto, il collega Marco Giannotta ha deciso di fare un po’ il punto della situazione sul ritorno di Cloud e compagni, firmando un articolo speciale in cui fissiamo, dettaglio per dettaglio, quello che sappiamo sul gioco e sul suo gameplay.

Se, insomma, vi siete persi qualcosa per strada – considerando che dall’E3 2015 dell’annuncio è passato più di qualche tempo, potete orientarvi con il nostro articolo.

La Genesi secondo Darksiders

Dopo l’uscita su PC di qualche mese fa, per Darksiders Genesis è venuto anche il momento dello sbarco su console. A sviscerare il gioco è stato il nostro Gianluca Arena, che ha potuto metterlo alla prova su Xbox One X. Il risultato è quello di un porting che riprende tutti i pregi della controparte su computer, proponendosi con un approccio isometrico che dà una rinfrescata alla serie e con un gameplay che, alternando i due protagonisti, ha sicuramente qualcosa di interessante da dire.

Permane qualche perplessità sulle fasi platform, indubbiamente migliorabili, ma il gioco è estremamente valido anche su console – quindi potete andare a botta sicura, in caso steste valutando l’acquisto.

L’edizione definitiva di Street Fighter V?

I giocatori che volessero mettersi finalmente sulle tracce di Street Fighter V, potrebbero ora mettere le mani direttamente sulla sua Champion Edition. Questa versione definitiva del picchiaduro Capcom, analizzata dal nostro Valentino Cinefra, è quella ideale per i neofiti e tutti coloro che non hanno mai portato a casa il gioco – essendo completa della quasi totalità dei costumi e arricchita da un roster davvero popoloso.

Diverso, il discorso, per chi invece possiede già il gioco originale e sta valutando l’acquisto di questo pack di upgrade, considerando che non c’è nessuna nuova modalità di gioco – a fronte dei 25€ di esborso richiesti. Ottime, invece, le V-Skill: trovate il verdetto nella nostra recensione completa.

street fighter V champion edition copertina

Nazisti zombie da eliminare in Zombie Army 4: Dead War

Il nostro Domenico Musicò è partito a caccia di (peculiari) zombie per la nostra recensione di Zombie Army 4: Dead War, la più recente fatica di Rebellion in cui siamo chiamati a sfoderare le armi, sia in single player che in cooperativa, per estirpare i non-morti nazisti che infestano il pianeta.

Il gioco, pur non rivelandosi eccellente, si conferma godibile e ben bilanciato, capace di dare la giusta dose di divertimento senza troppo impegno – e con un comparto narrativo che è un mero orpello per giustificare le sparatorie di cui diventerete protagonisti. Si pecca un po’ di ripetitività a livello di design, ma il gioco rimane divertente per i fan degli shooter, pur senza prendersi veri rischi.

Once, I had a Dream

Dopo circa un anno di accesso anticipato, per Dreams è venuto il momento di spiccare il volo per inseguire i suoi sogni. La nuova fatica di Media Molecule, che vuole darvi la possibilità di creare i vostri videogiochi attraverso quello che è di fatto un engine completo di tool di ogni sorta, fa davvero molto bene quello che si prepone, anche a fronte di qualche cambiamento nei controlli (rispetto all’edizione in early access) che ha bisogno di qualche tempo per essere mandato giù.

Il risultato è un prodotto che, con una modalità Storia che fa da vetrina al potenziale creativo che vi viene messo a disposizione, si dividerà tra coloro che ci passeranno la vita per dare vita ai loro lavori e i fruitori più passivi, che lo sfrutteranno come vero e proprio contenitore di esperienze e giochi realizzati dalla community. In entrambi i casi, Dreams vale ampiamente il prezzo del biglietto.

L’Apocalisse secondo Outriders

Chiudiamo con il viaggio in Polonia del nostro Matteo Bussani, volato a mettere le mani su Outriders, la nuova fatica post-apocalittica di casa People Can Fly. In una Terra che conta ancora su pochi sopravvissuti dopo le guerre che l’hanno scossa – e colpita anche da una misteriosa Anomalia che dona poteri e distruzione ad alcuni esseri umani – ci ritroveremo a vestire i panni di un superstite, chiamato disperatamente a tentare di migliorare le cose e comprendere cosa abbia scatenato l’Anomalia.

Il gioco vuole porre particolarmente l’accento sul suo comparto narrativo, affiancandogli delle meccaniche da shooter RPG cooperativo che possono effettivamente offrire parecchio divertimento. Oltretutto, è interessante notare che parliamo del primo titolo dichiaratamente cross-gen, considerando che Square Enix ha già confermato che pubblicherà il gioco anche su PS5 e Xbox Series X.

Insomma, il futuro per ora ha l’aspetto delle quattro classi di guerrieri protagoniste di Outriders, delle quali vi raccontiamo tutto nella nostra video anteprima dedicata.

C’è un po’ di next-gen, in questo appuntamento con SpazioWeekly, grazie al nostro a tu per tu con Outriders, su cui trovate le impressioni nella nostra video anteprima. Mentre aspettiamo che anche Final Fantasy VII Remake si faccia più concreto, gli argomenti non sono mancati, con la release definitiva di Dreams e l’appuntamento anche su console con Darksiders Genesis.

La redazione di SpazioGames vi augura buon weekend!