News 2 min

The Last of Us Part II ha venduto tantissimo, sfidando anche le polemiche

In occasione del reveal di The Last of Us Part I, Naughty Dog ha svelato i dati di vendita del secondo capitolo, che sono molto buoni.

The Last of Us Part II è stato un gioco che ha lasciato il segno, in un modo o nell’altro. Anche e soprattutto per le polemiche che ha sollevato.

Il capolavoro di Naughty Dog, che potete trovare su Amazon, è arrivato sul mercato scatenando una valanga di reazioni di vario tipo.

Una frangia di videogiocatori (o presunti tali) si è scagliata contro Part II per via della presunta agenda politica portata avanti da Neil Druckmann nel gioco. Il quale colse più di un’occasione per controbattere direttamente.

Le polemiche sollevate dai contestatori sono state difficili da gestire per il team, che tuttavia ha colto l’occasione per trovare la forza di raccontare ancora queste storie.

Se avete seguito la Summer Game Fest (se non l’avete fatto, andate qui) vi sarete accorti che ieri è stata una giornata importante per Naughty Dog.

Neil Druckmann è salito sul palco di Geoff Keighley per mostrare il concept art della modalità multiplayer di The Last of Us, poi è stato mostrato il trailer di The Last of Us Part I, e contestualmente sono state svelate delle informazioni sul franchise.

Nelle comunicazioni arrivate ieri, il vice presidente di Naughty Dog ha svelato le vendite totali di The Last of Us Part II e, considerato tutto il bailamme di cui abbiamo accennato sopra, sono sorprendenti.

Il secondo capitolo della saga di Naughty Dog ha superato le 10 milioni di copie vendute in tutto il mondo.

Per fare un confronto, un’altra esclusiva come Ghost of Tsushima, pubblicata un mese dopo The Last of Us Part II, ha venduto 8 milioni di copie.

Con solo un mese di anticipo, contrastato dal review bombing degli hater e le influenze negative della community dei contestatori, è comunque un risultato notevole che dimostra la grande popolarità del gioco.

A proposito di contestazioni, proprio ieri la community si è rivelata almeno dubbiosa su The Last of Us Part I. Sentimento per cui siamo parzialmente d’accordo, come vi abbiamo raccontato in uno SpazioGames Originals.

I giocatori sono già sul piede di guerra per questo remake, che per molti è paragonabile ad una truffa.