News 1 min

Stalker 2 si mostra nei primi minuti, ma col dramma della guerra

Un gioco che purtroppo sta ancora patendo la guerra in Ucraina.

Da ormai troppi giorni, le truppe russe hanno attaccato l’Ucraina dalla Bielorussia e dalla Crimea, scatenando un conflitto ha portato a conseguenze drammatiche anche ne mondo dei videogiochi.

Tra i titoli che hanno sofferto della situazione vi è anche S.T.A.L.K.E.R. 2 (o Stalker 2, preordinabile su Amazon) rinviato a data da destinarsi proprio a causa del conflitto.

A marzo, lo studio GSC Game World aveva rilasciato un breve filmato per spiegare le conseguenze della guerra sullo sviluppo del gioco.

Ora, in occasione dell’Xbox + Bethesda Showcase esteso, abbiamo potuto dare uno sguardo ai primi minuti del gioco.

Sarah Bond ha inoltre colto l’occasione per lodare il lavoro svolto da GSC Game World per S.T.A.L.K.E.R. 2, al fine di voler celebrare la propria cultura.

Stando alle parole della Bond si è trattato di uno sforzo che ha portato a un impatto ancora più profondo alla luce della Guerra in Ucraina.

Un trailer che mostra i lavori dietro le quinte del team ucraino ha inoltre sottolineato le drammatiche conseguenze dell’invasione russa sulle vite degli sviluppatori, costretti a trasferirsi in seguito alla guerra (purtroppo, non tutti i componenti del team sono riusciti a lasciare il paese).

Confermato inoltre il rinvio al 2023, oltre al lancio (ovviamente) su Xbox Game Pass. Non ci resta che attendere una data di uscita esatta non appena la situazione sarà rientrata.

Se volete recuperare tutti gli annunci, con tanto di trailer, dell’Xbox + Bethesda Showcase esteso, date un’occhiata prima di subito anche al nostro ricco recap.