News 2 min

Square Enix insiste con gli NFT: saranno un “tema strategico importante”

Il presidente di Square Enix dichiara quella che sarà il rapporto con gli NFT e, senza tanti giri di parole, nel 2022 saranno importanti.

Quello degli NFT è un tema su cui il mondo dei videogiochi ha cominciato ad affacciarsi da poco, e tra le aziend in ballo c’è anche Square Enix.

Un tema che è stato accennato nei meandri di Final Fantasy XIV, e l’MMO di Final Fantasy potrebbe essere uno dei primi videogiochi dell’azienda in cui vedremo degli NFT.

La notizia ha mandato su tutte le furie i fan del gioco, che non sono disposti ad accettare questo tipo di iniziative, arrivando anche ad abbandonare il loro amato gioco.

A questo proposito Square Enix ha dichiarato che gli sviluppatori sarebbero interessati agli NFT, dando supporto alle idee dell’azienda in questo senso.

A rincarare la dose ci pensa di nuovo Square Enix, ma da una voce oltremodo autorevole all’interno dell’azienda, che ha spiegato come si rapporterà verso gli NFT e la blockchain.

Come riporta Game Industry, è il presidente Yosuke Matsuda a mettere in chiaro quale saranno i piani di Square Enix in questo senso.

Matsuda ha dichiarato, in una lettera in occasione del nuovo anno, che il metaverso, gli NFT e la blockchain saranno il futuro del publisher giapponese.

Interessato dal fatto che, nel 2021, questi movimenti tecnologici hanno vissuto una sorta di “anno uno”, Matsuda ha realizzato che le offerte tradizionali nel gaming non offrono alcun incentivo reale per far sì che i giocatori vogliano contribuire al proprio videogioco preferito.

Pertanto, nonostante l’aver compreso quanto il tema sia controverso da affrontare al momento, le offerte di gaming decentralizzato come questo saranno un tema portante nel mondo dei videogiochi e, per Square Enix nello specifico, «un tema strategico importante a partire dal 2022».

La lettera di Matsuda ha fatto sì che le azioni di Square Enix salissero dell’8% subito dopo la pubblicazione, a dimostrazione che il mercato guarda con curiosità a questo tipo di fenomeni.

La linea è molto chiara da parte di Square Enix, come già aveva avuto modo di specificare poco tempo fa, e chissà quali altre aziende seguiranno il trend.

Ubisoft ci ha provato, ma la cosa non è andata molto bene e possiamo dire che, almeno questo primo tentativo, sia un fallimento.

Ma non tutti nell’industria sono d’accordo, tra cui l’autore di It Takes Two che si è espresso con i suoi soliti modi sull’argomento.

It Takes Two non ha nessun NFT, potete acquistarlo su Amazon al miglior prezzo!