News 2 min

Splinter Cell Remake si mostra per celebrare i 20 anni, con un regalo gratis

Per celebrare i 20 anni del franchise, Ubisoft ripercorre la storia della serie e mostra alcune concept art di Splinter Cell Remake.

Ci voleva giusto la celebrazione dei 20 anni per vedere, in un modo o nell’altro, qualcosa di Splinter Cell Remake.

La serie con protagonista Sam Fisher è rimasta ferma a Blacklist, ultimo capitolo ufficiale della saga che ha sancito anche il blocco per tanti anni.

Splinter Cell Remake era stato annunciato, a mezza bocca tra l’altro, quasi un anno fa con nessun aggiornamento ulteriore da allora.

E mentre giusto qualche ora fa chiedevamo che fine avesse fatto il progetto, Ubisoft ha diffuso dei piccoli dettagli inediti sul gioco.

Per celebrare il 20esimo anniversario del gioco, quattro sviluppatori che lavorano al remake – il direttore creativo Chris Auty, il direttore tecnico Christian Carriere, il progettista di gioco senior Andy Schmoll e il responsabile del level design Zavian Porter, con alcuni ospiti speciali – si sono seduti per discutere del primo Splinter Cell e di cosa ha reso la serie così rivoluzionaria.

Prima che possiate saltare dalla sedia no, Splinter Cell Remake non si è mostrato nel gameplay o in video, né tantomeno abbiamo una data di uscita.

Tuttavia, nel corso della chiacchierata in video che trovate qui sopra, sono state diffuse delle concept art del progetto. Di fatto, le prime immagini in assoluto di Splinter Cell Remake.

I più attenti avranno già riconosciuto alcuni luoghi importanti del gioco. I più nostalgici, invece, avranno avuto un piccolo balzo al cuore nel rivederle.

Tra l’altro, sempre per celebrare, il primo Splinter Cell è gratis per PC tramite Ubisoft Store. Una promozione valida fino al 30 novembre per celebrare l’importante anniversario.

Ora non ci resta che attendere, nuovamente, per qualche novità per il titolo che, nel frattempo, ha perso anche il suo director.

Un videogioco che promette molto bene sia per i novizi che per gli esperti, visto che anche la storia verrà rivista per essere resa più moderna dal punto di vista politico.