News 1 min

Remedy: dopo Crossfire X, un altro FPS dai creatori di Alan Wake?

La software house finlandese ci sta pensando

Remedy potrebbe lavorare ad un altro FPS dopo aver ultimato i lavori sulla campagna di Crossfire X, in arrivo su Xbox One e PC quest’anno.

Il responsabile della comunicazione Thomas Puha e il produttore esecutivo Tuukka Taipalvesi hanno lasciato la porta aperta al genere, in cui lo studio finlandese si sta cimentando per la prima volta, in un’intervista concessa a EDGE.

«Abbiamo passato un sacco di tempo sulle animazioni in prima persona all’inizio, e penso che le abbiamo fatte bene», ha spiegato Puha.

Questi ha poi aggiunto che il lavoro si è articolato sull’aspetto delle armi, sul feedback che restituiscono, sul sistema di puntamento e sulle reazioni ai colpi subiti. Un lavoro che, a questo punto, potrebbe venire riutilizzato in futuro su altri giochi.

«Mai dire mai. Dal momento che  abbiamo speso un sacco di tempo nel creare tutti gli strumenti e la tecnologia per fare questo gioco in prima persona (…), perché non trovarvi altri usi?», ha aggiunto Taipalvesi.

Una dichiarazione che arriva a pochi giorni ormai dall’uscita di AWE, la seconda espansione di Control che rappresenterà il primo evento crossover nel Remedy Connected Universe.

La software house scandinava ha già diversi progetti in cantiere, tra cui la campagna di Crossfire X come detto, un progetto multiplayer con il team di sviluppo interno sperimentale Vanguard, un titolo single-player ambientato nello stesso universo di Control, Alan Wake e Quantum Break, e uno multigiocatore tratto dalla medesima proprietà intellettuale.

Questi ultimi due saranno pubblicati entrambi da Epic Games, con cui, insieme a Fumito Ueda e Playdead, Remedy ha firmato un vantaggioso accordo che le permetterà di avere lo sviluppo finanziato e dividere gli introiti dopo il raggiungimento del break even, oltre a mantenere l’IP per sé.

Se siete interessati al Remedy Connected Universe, non potete perdervi Control ad un prezzo vantaggioso su Amazon