News 2 min

Quanto vale la next-gen? La stima sull’upgrade PS5 di Ghost of Tsushima

Scopriamo quanto cosa la next-gen secondo Sony

Quanto valgono le funzionalità next-gen? A svelarlo potrebbe essere stato l’upgrade PS5 di Ghost of Tsushima.

Ghost of Tsushima è stato lanciato lo scorso anno per PS4 ma, nel giro di un mese, avrà una versione PlayStation 5 ad hoc.

Il gioco era già stato aggiornato gratuitamente con un upgrade che ne ha raddoppiato il frame rate sulla nuova console.

Tuttavia, la veste in cui arriverà ad agosto sarà propriamente next-gen, sbloccando tutte le feature native di PS5.

 

L’upgrade di Ghost of Tsushima a PS5, nella nuova versione intitolata Director’s Cut, è già disponibile in pre-ordine su PlayStation Store.

È bene notare come, oltre alle semplici feature next-gen, la Director’s Cut comprenda anche un’espansione con una nuova ambientazione (l’isola di Iki) e due contenuti speciali, ovvero la mini colonna sonora con 2 tracce extra e 11 illustrazioni.

L’espansione comprenderà una nuova storia, nuovi mini-giochi, nuovi tipi di nemici e “molto altro”, sebbene non sappiamo su quanto si assesterà il monte ore in termini di longevità.

Come suggerisce Eurogamer.net, però, si tratta di una base abbastanza solida per comprendere quanto Sony valuti le funzionalità esclusive di PS5.

Se l’upgrade da Ghost of Tsushima PS4 a Ghost of Tsushima Director’s Cut PS4 costa “solo” 19,99 euro, quello da gioco base per PS4 a Director’s Cut per PS5 costa 29,99 euro.

Da sottolineare come Sony abbia comunicato per il nostro territorio soltanto i prezzi dell’upgrade da PS4 a PS4, e non quello da PS4 a PS5, che è per il momento una stima basata sulle cifre delle altre regioni.

Allo stesso modo, PlayStation Store nostrano non ha ancora sbloccato l’acquisto per PS5 ma soltanto per la console old-gen.

Stando così le cose, ammesso che la cifra per PS5 non lieviti ulteriormente, le funzionalità next-gen costano di fatto 10 euro, con la restante parte dell’importo destinata ai contenuti di gioco (la nuova storia, ecc.).

Le feature in questione sono rappresentate da:

  • risoluzione 4K dinamica che punta ai 60fps
  • feedback aptico e resistenza dei grilletti adattiiv del DualSense
  • audio 3D con cuffie stereo (analogiche o USB)
  • lip sync per il doppiaggio giapponese
  • possibilità di trasferire i salvataggi PS4 sul gioco per PS5

Questo il set di funzionalità, in sintesi, che compone la next-gen secondo Sony, e che ha un costo ben delineato.

Del resto, la cifra è più o meno coerente rispetto all’aumento dei prezzi sui giochi first-party (e non) per PS5, regolati ormai sugli 80 euro di partenza.

Non è chiaro se quello delle Director’s Cut sia destinato ad essere un nuovo trend, ma a quanto pare la casa giapponese intende puntarci in futuro.

Il primo ad aver aderito era stato Death Stranding, con un annuncio che era arrivato alla Summer Game Fest e un primo trailer ricco di spunti.

Un altro papabile per una Director’s Cut? The Last of Us Part II, che intanto trovate ad un ottimo prezzo su Amazon