News 2 min

Quali sono stati i grandi assenti PS5 della scorsa settimana?

Dal multiplayer di The Last of Us Part II alle novità di Bend Studio.

Nonostante abbia fatto discutere, il PlayStation Showcase 2021 è stato in ogni caso un evento molto importante per tutti i possessori di PS5 (e PS4).

Oltre ai due nuovi progetti di Insomniac Games, vale a dire Wolverine e il ritorno di Spider-Man, il colosso giapponese si è concentrato principalmente sugli aggiornamenti dei titoli first-party annunciati l’anno scorso.

Tra questi, l’attesissimo God of War Ragnarok e il nuovo racing game Gran Turismo 7, sebbene un gran numero di assenti di un certo peso hanno senza dubbio fatto storcere un po’ il naso alla community.

Vero anche che nel nostro ricco recap pubblicato sulle pagine di SpazioGames pochi giorni fa potete rinfrescarvi la memoria con tutti (ma proprio tutti) gli annunci.

 

Ad esempio, come sottolineato anche dalla redazione di PushSquare, è mancato un annuncio da parte del nuovo studio Firesprite, acquisito solo poche ora prima dai PlayStation Studios (e confermato dal boss Hermen Hulst).

Forse, però, il più grande assente è stato il team Naughty Dog: ad eccezione dell’arrivo di Uncharted: Legacy of Thieves Collection per PS5 e PC, non v’è stata traccia del tanto ventilato multiplayer standalone dedicato a The Last of Us Part II.

In molti pensavano che lo studio californiano potesse rilasciare questo misterioso progetto già a fine 2021, magari colmando il vuoto lasciato dai titoli rinviati al 2022.

Anche i nuovi progetti targati Bend Studio e London Studio non si sono fatti vedere neanche col binocolo, così come le prime informazioni sul progetto originale del nuovo studio di Jade Raymond, Haven.

Latitante anche Horizon Forbidden West, sebbene il ritorno di Aloy sia stato mostrato anche e soprattutto in un recente State of Play dedicato.

Ultimi, ma non meno importanti, gli assenti sul fronte delle terze parti: Hogwarts Legacy di Warner Bros. Interactive è ancora avvolto nel più stretto riserbo, così come la presunta Grand Theft Auto Remastered Trilogy di Rockstar Games sembra essere sparita nel nulla.

Infine, Sony ha preferito glissare anche relativamente alle novità in arrivo su PlayStation Plus e PlayStation Now, “congelando” i due servizi in abbonamento senza novità di sorta o stravolgimenti in arrivo (con somma gioia da parte di Xbox Game Pass).

Vero anche che, grazie anche ad annunci del calibro di Marvel’s Spider-Man 2, i giochi su cui puntare nei prossimi mesi (o sarebbe meglio parlare di anni) non mancano di certo.

Ricordiamo ad ogni modo che con l’evento della scorsa settimana Sony sembra aver imparato finalmente una lezione, ma che a pagare saranno i videogiocatori (ve ne abbiamo nel nostro articolo dedicato a cura di Valentino).

Concludendo, avete letto anche che Santa Monica Studio ha precisato che God of War Ragnarok rappresenterà una sorta di “epilogo” per la storia?

Per le vostre partite multigiocatore su PS4 e PS5 vi occorrerà un’iscrizione a PlayStation Plus: potete ricaricare l’abbonamento comodamente su Amazon.