News 2 min

PS5 e carenza di scorte: arrivano altre brutte notizie

I problemi dureranno fino al 2024.

Le carenze di PS5 e Xbox Series X è ormai un problema che sta attanagliando il mercato da un diversi mesi, creando non pochi problemi: purtroppo, sembra che le poche scorte siano destinate a durare ancora un bel po’.

Ad oggi, l’unica console next-gen reperibile senza troppi problemi pare essere Xbox Series S (che trovate anche su Amazon), mentre per quanto riguarda PlayStation 5 e Series X le unità di contano con il contagocce.

A fine agosto 2021 una nuova crisi dei semiconduttori provenienti dalla Malesia avrebbe messo ancora più in difficoltà alcuni distributori.

E se per quanto riguarda PS5 Sony ha fornito un certo qual tipo di rassicurazioni riguardo alle unità che prevede di vendere entro il 2021, ora arriva un altra doccia fredda dal CEO di Intel.

Come riportato anche da VGC, il CEO di Intel ha avvertito che la carenza globale di semiconduttori durerà probabilmente fino al 2024.

Pat Gelsinger aveva precedentemente reso noto a CNBC che si aspettava che il problema – che ha causato problemi di produzione e carenze per console e schede grafiche – non sarebbe finito fino al 2023.

Tuttavia, in una nuova intervista con Data Check, Gelsinger ha aggiornato la sua previsione e ora si aspetta che la carenza di chip duri fino al 2024.

Secondo Gelsinger, le carenze continueranno perché gli strumenti di produzione chiave non sono così facilmente disponibili come si sperava, il che significa che non ci sono abbastanza chip per soddisfare la domanda.

«Questo è parte del motivo per cui crediamo che la carenza globale di semiconduttori slitterà fino al 2024, dalle nostre precedenti stime del 2023», ha spiegato il CEO.

In precedenza, il CEO di AMD Lisa Su si aspettava che la seconda metà del 2022 avrebbe visto un aumento dell’offerta, ma a quanto pare non sarà così.

A settembre dello scorso anno, anche il boss di Xbox Phil Spencer ha spiegato che i problemi di approvvigionamento delle console continueranno fino al 2022.

I produttori di console hanno lottato con carenze di scorte per più di due anni, dopo che la pandemia da COVID-19 ha chiuso le catene di approvvigionamento e ha visto la domanda di piattaforme di gioco aumentare significativamente, specie per via del distanziamento sociale.

Restando in tema: funestata dall’assalto dei bagarini fin dai pre-order, PS5 sta vivendo il suo secondo anno di vita, ma come vanno i suoi prezzi?

Ma non solo: un anno e mezzo dopo, i giocatori non hanno ancora fatto pace con lo stand di PS5, per delle situazioni davvero al limite.