News 2 min

Pokémon Scarlatto e Violetto, nuovi problemi: scontri online sono truccati

Pokémon Scarlatto e Violetto non trovano pace, perché a quanto pare il fattore rng degli incontri online non è del tutto casuale.

Dire che Pokémon Scarlatto e Violetto abbiano avuto problemi è un pallido eufemismo, e ora neanche le battaglie online si salvano.

I nuovi giochi della serie, che hanno permesso anche la creazione di una Nintendo Switch a tema che trovate su Amazon, sono probabilmente tra i giochi più discussi dell’anno.

Perché sebbene siano prodotti tutt’altro che perfetti, come vi abbiamo raccontato nella nostra recensione, sono riusciti nonostante tutto a diventare un successo imponente.

Pokémon Scarlatto e Violetto hanno rappresentato infatti un record di preordini per il franchise, con numeri mai visti prima.

E quando la regione di Paldea sperava di aver trovato la calma, ecco che arriva un report (tramite VGC) relativo al fattore rng degli scontri online tra allenatori.

Gli elementi rng (random number generated), ovvero causali, delle battaglie online tra allenatori di Pokémon Scarlatto e Violetto sembra essere non così tanto casuale.

Se n’è accorto Sibuna_Switch, un utente di Twitter che ha analizzato alcune situazioni di gioco secondo lui sospette, trovando effettivamente elementi strani.

Con una serie di esperimenti, l’utente si è accorto che i fattori casuali dati dalle mosse dei Pokémon nel gioco sono sì casuali… ma vengono riutilizzati per ogni battaglia.

In buona sostanza, tutti i dati che dovrebbero essere casuali non lo sono, perché vengono calcolati una volta e riutilizzati, quindi sono assolutamente prevedibili.

Di conseguenza, i giocatori possono teoricamente utilizzare questa conoscenza per sapere quando eseguire mosse potenti con scarsa precisione, perché sapranno quando queste mosse andranno a segno.

Sarà anche per questo motivo che i giocatori hanno smesso di combattere per giocare con il bacon? Non lo sappiamo, ma è sicuramente una delle cose più divertenti degli ultimi periodi.

Per i giocatori competitivi che potrebbero odiare questo dettaglio sarà anche difficile chiedere un rimborso, visto che sembra molto più complicato del previsto averne.