News 2 min

PAX West 2020 non ha paura del virus: confermato a settembre

La speranza è che subito dopo l'estate l'emergenza sia rientrata del tutto.

Nonostante la pandemia di coronavirus stia ancora bloccando gran parte degli eventi internazionali, ultimo tra tutti la Gamescom 2020 di Colona, gli organizzatori del PAX West 2020 sono “ottimisti” circa il fatto che l’evento si terrà regolarmente durante il prossimo mese di settembre di quest’anno, come previsto in origine.

Martedì 21 aprile è stato infatti pubblicato un aggiornamento sul sito e sui canali dei social media del PAX, per quanto riguarda l’attuale situazione legata all’emergenza sanitaria.

Ecco parte del comunicato ufficiale:

Tendiamo a essere piuttosto tranquilli in questo periodo dell’anno, ma dal momento che abbiamo avuto diverse domande da parte du fan ed espositori, volevamo far sapere a tutti che da questo momento siamo ancora impegnati ad allestire  PAX West in occasione del prossimo Labor Day (4 – 7 settembre), aggiorneremo il nostro sito web con maggiori informazioni su biglietti e hotel a maggio.

E ancora: «La nostra prima priorità è la vostra sicurezza e questo si estende ovviamente anche alle questioni circa la salute pubblica. Man mano che l’anno avanza, continueremo a monitorare la situazione e lavoreremo con i funzionari sanitari a tutti i livelli di governo e pianificheremo di seguire tutte le linee guida CDC e OMS man mano che verranno rilasciate. Detto questo, le azioni già intraprese dal nostro centro congressi e dal governo locale ci hanno lasciato piuttosto ottimisti e continueremo a lavorare con loro per assicurarci di fare i passi corretti per tutta l’estate.»

Insomma, la speranza è che subito dopo l’estate l’emergenza sia rientrata del tutto, o quantomeno in maniera sufficiente a permettere il regolare e sereno svolgersi del PAX.

Ricordiamo che anche E3 e GDC sono già stati cancellati o rinviati a causa dell’epidemia di COVID-19. Anche il Comic-Con di San Diego previsto a luglio, evento cardine della cultura pop, è stato annullato per la prima volta in ben 50 anni.

Fonte: PAX | Via: PSL