News 1 min

Marvel’s Avengers è un fiasco, ancora non recupera i costi di sviluppo

Square Enix delusa dalle vendite

Square Enix ha rivelato che Marvel’s Avengers non ha ancora recuperato i costi di sviluppo, confermando che la partenza del gioco è stata notevolmente sotto le aspettative del publisher.

Il presidente Yosuke Matsuda ne ha discusso alla presentazione dei conti della compagnia, a chiusura del secondo trimestre dell’anno fiscale che terminerà a marzo 2021.

«Le vendite di Marvel’s Avengers sono state più basse di quanto ci aspettassimo e non sono riuscite a compensare l’ammortizzazione dei costi di sviluppo del gioco», ha spiegato Matsuda.

L’editore ha registrato perdite per $67 milioni anche a causa delle operazioni di lancio che non sono andate come desiderato.

«Abbiamo avuto un’ampia preparazione prima del lancio, ma è vero che ci sono stati aspetti nei quali abbiamo lasciato a desiderare.

Intendiamo sfruttare le lezioni apprese da questa esperienza negli sforzi di sviluppo futuri».

Non capita molto di frequente che le spese sobbarcate da un publisher non vengano ripagate perlomeno per coprire i costi di sviluppo, ma con un titolo estremamente ambizioso come Marvel’s Avengers il rischio era dietro l’angolo.

Era già noto che nei primi mesi di vita non ci fossero state entrate per Square Enix provenienti dalla vendita del gioco, ma col passare del tempo la situazione non sembra essere cambiata granché.

Il titolo è stato di fatto abbandonato da gran parte dell’utenza, con Crystal Dynamics che si è impegnata a migliorarlo e ampliarlo in maniera tale da recuperare la sua community.

A tal proposito, è arrivato il rinvio delle versioni next-gen di Marvel’s Avengers, che non vedranno la luce prima che il prodotto venga sistemato e arricchito, cioè nel 2021.

Se volete unirvi alla community di gioco di Marvel’s Avengers, potete approfittare del prezzo proposto da Amazon.