Le mani su GRID, Fire Emblem e The Surge 2 | Gli articoli della settimana

Vediamo gli articoli in evidenza della settimana, dove brillano tante prove controller alla mano

SPAZIOWEEKLY
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 13 Luglio 2019 - 9:45

Settimana vivace sul fronte delle anteprime: nel nostro più recente appuntamento con SpazioWeekly, vediamo oggi che tra le pubblicazioni della settimana spiccano soprattutto delle prove sul campo di videogiochi in arrivo – ma non solo. Passiamo in rassegna tutti i contenuti che non dovete assolutamente perdere.

Giocare a carte su Nintendo Switch: Slay the Spire

Il nostro Gianluca Arena ha firmato la recensione di Slay the Spire, ambizioso gioco di carte che ha fatto il suo approdo anche su Nintendo Switch. Il risultato, come emerge dalla sua disamina, è più che soddisfacente: il titolo non brilla per il prezzo economico, ma ha sicuramente tanto da offrire e lo fa al meglio.

Siamo rimasti positivamente colpiti dalla sua capacità di spingere il giocatore a ragionare in chiave tattica, oltre che dal suo combat system intelligente e progettato con consapevolezza dagli sviluppatori. Il risultato è quello di un titolo da tenere assolutamente d’occhio.

Il multiplayer di Man of Medan

È invece Matteo Bussani ad aver messo le mani su Man of Medan e, in particolare, sulla sorpresa rappresentata dal suo comparto multiplayer. Il prossimo appuntamento con l’antologia horror di Supermassive, The Dark Picture, si presenta estremamente ambizioso e ricco di idee: tra queste figura anche l’introduzione del multigiocatore che ci ha affascinato per il suo potenziale, anche narrativo, e per quello che potrebbe rappresentare all’interno di questo genere di giochi.

Potete trovare l’analisi completa di Matteo direttamente al link.

the dark pictures man of medan

Le novità di Crash Team Racing

Il collega Nicolò Bicego ha fatto invece il punto su Crash Team Racing, che con l’arrivo del Retro Tour Grand Prix ha introdotto diverse sfide e novità per tutti i videogiocatori che hanno intenzione di prendervi parte – e che hanno praticamente già spolpato il resto dei contenuti originali. Si parla così di un nuovo tracciato, ma anche di un nuovo personaggio e di tanti obiettivi da raggiungere per sbloccare materiali extra da usare per personalizzare i vostri protagonisti preferiti.

Il modello proposto da Beenox può sicuramente funzionare, perché rende il titolo estremamente longevo grazie al lancio periodico di eventi dedicati, di cui Retro Tour Grand Prix rappresenta solamente il primo passo.

crash team racing nitro fueled

Sfrecciare in GRID

Visto che si parla di quattro ruote, rimaniamo in tema per segnalarvi che Matteo Bussani ha avuto modo di provare in prima persona GRID, il ritorno del celebre franchise automobilistico firmato Codemasters.

Le prime impressioni sono state positive e ci hanno dato la sensazione che la compagnia britannica abbia ancora tanto da far dire a GRID, che si propone a metà strada tra simulazione ed esperienza arcade e lo fa introducendo anche alcune novità gradite agli appassionati del genere in cerca di nuovi stimoli.

GRID 2

La prova di The Surge 2

Iperattivo questa settimana, Matteo ha anche provato per noi The Surge 2, prossimo episodio della serie sviluppata dai ragazzi di Deck 13. Rispetto al retrogusto del primo episodio, questo seguito sembra farsi carico dei difetti che avevamo riscontrato per rinnovarsi sotto molteplici aspetti. Il primo è relativo al level design, che in questa prima prova ci ha impressionato positivamente per i passi in avanti compiuti.

Il secondo è legato invece al fatto che, nella sequenza che abbiamo potuto provare, il gioco non avesse paura di proporre una maggior varietà rispetto al suo capostipite. Il combat system si mantiene su ottimi livelli, gli scenari sono più aperti e consentono di spaziare di più: la strada sembra quella giusta e siamo in attesa di settembre per scoprire tutto il resto del gioco.

The Surge 2 2

Inventarsi costruttori in Dragon Quest Builders 2

Nicolò Bicego ha tirato le somme sull’atteso Dragon Quest Builders 2, che dopo un bel po’ di mesi di esilio autoimposto nel Paese d’origine del Giappone, sbarca finalmente anche in Occidente. E, soprattutto, lo fa bene. La produzione targata Square Enix riesce a migliorare la natura di gioco di ruolo/gioco di costruzione del suo predecessore, ma rimanendo fedele alla sua personalità – il che significa che se la sua identità non vi era gradita in origine, allora non vi piacerà neanche il secondo episodio.

Il gioco è ricco di contenuti, riesce a infilarsi con successo nel filone delle produzioni à la Minecraft ma prendendovi un po’ più per mano rispetto alla fonte di ispirazione. Questo potrebbe anche essere un difetto, in base alle vostre aspettative per il gioco, ma il nostro parere globale è più che positivo.

Abbiamo provato Fire Emblem: Three Houses

Mancano poche settimane al debutto di Fire Emblem: Three Houses e il nostro Gianluca Arena ha avuto modo di confrontarsi con le prime cinque-sei ore in compagnia della build finale del gioco, in attesa della recensione. Le sue impressioni a caldo sono state affidate a una ricca anteprima, nella quale vi racconta pregi e difetti visti fino ad ora nella nuova produzione di Intelligent Systems.

Il primo highlight risiede indubbiamente nel sistema di combattimento, molto apprezzato dal collega, che ha anche voluto evidenziare il fatto che il gioco si proponga estremamente ricco in materia di cose da fare per il giocatore. Interessante anche la quantità di personalizzazioni a cui è possibile sottoporre la propria truppa.

La speranza di vedere Fire Emblem: Three Houses diventare il più ambizioso e più curato titolo del franchise è più viva che mai: scopriremo nella recensione se Intelligent Systems e Koei Tecmo saranno riuscite a portarla avanti fino all’epilogo.

fire emblem three houses

Settimana che guarda ai giochi che verranno più che a quelli che sono già tra noi: abbondano le anteprime e, in particolare, non dovete perdere quella molto ricca dedicata a Fire Emblem: Three Houses, considerando che parliamo di impressioni arrivate dalla prima ora con l’edizione finale del gioco.

SpazioGames vi augura buon fine settimana!




TAG: fire emblem three houses, GRID, SpazioWeekly, the surge 2