News 2 min

Il “clone” di The Last of Us, in Unreal Engine 5, è impressionante

Rooted sembra proprio un figlio illegittimo delle avventure di Ellie. Guarda il video!

The Last of Us Part II è uno dei giochi più incisivi tra quelli usciti nella passata generazione di console, ancora oggi in grado di far discutere ed emozionare.

Il sequel dell’avventura di Ellie e Joel ha infatti lasciato il segno, non solo per il comparto tecnico ma anche e soprattutto per una giocabilità al top.

Un gioco, quello sviluppato da Naughty Dog, in grado di sorprendere i giocatori con scoperte e curiosità a quasi due anni dall’uscita.

Ora, in attesa di saperne di più sui prossimi progetti di Neil Druckmann e soci in arrivo prossimamente su PS5, qualcuno ha ben pensato di “copiare” The Last of Us per un survival game tutto sommato piuttosto interessante.

Come riportato da DSO Gaming, Rooted è un notevole titolo indie ispirato proprio a The Last of Us e che utilizza l’impressionante motore grafico Unreal Engine 5.

Il gioco, che si trova al momento in una fase iniziale di sviluppo, utilizzerà MetaHuman, così come Lumen (e molto probabilmente Nanite).

Tra le varie feature previste, Rooted potrebbe anche avere un ciclo giorno/notte, oltre ad includere una modalità cooperativa.

Poco sotto, trovate anche un video che mostra il gioco in azione (nonostante sia ancora parecchio da rifinire).

 

Parlando nuovamente di Naughty Dog, lo scorso anno il team americano ha discusso dei suoi piani per il futuro, sottolineando di non avere intenzione di rivoluzionarsi per inseguire i trend del mercato.

Vero che il team autore di Uncharted è attualmente al lavoro su progetti multipli, più titoli AAA in fase di sviluppo contemporaneamente.

Per quanto riguarda invece l’Unreal Engine, Rebellion ha da poco condiviso un nuovo Showreel mostrando alcuni dei suoi ultimi progetti, tra cui una tech demo sui dinosauri in UE5 chiamata Project Dinosaur.

Volete provare un’esperienza next-gen? Returnal per PS5 è disponibile da subito ad un prezzo scontato.