News 2 min

Le esclusive PS5 dal day-one in un abbonamento come Game Pass? Sony: per noi non sostenibile

«Per altri in situazioni diverse magari ha senso, ma per noi non è così» ha spiegato il CEO di PlayStation

A seguito dell’evento PlayStation 5 che si è tenuto nelle scorse ore, e che ci ha svelato che la console next-gen arriverà il 19 novembre prossimo in Europa, i colleghi del sito GamesIndustry hanno intervistato Jim Ryan, dirigente del brand PlayStation, che ha spiegato alcuni dettagli sulla piattaforma – tra cui il supporto a PS4 e la retrocompatibilità.

Nel corso della sua chiacchierata, Ryan ha affrontato anche l’argomento di un possibile servizio in abbonamento che, come accade su Xbox con Xbox Game Pass, possa magari includere fin dal day-one le esclusive realizzate dai PlayStation Studios. Si tratterebbe di un modello che strizzerebbe l’occhio alla variante Digital della console, dopo che Sony ha anche annunciato PlayStation Plus Collection – il nuovo bonus per abbonati PS Plus che dà accesso a una libreria di titoli imperdibili di PS4.

PlayStation Plus Collection sarà un nuovo bonus per gli abbonati Plus

Possiamo allora aspettarci che Sony proponga prima o poi un suo corrispondente vero e proprio di Game Pass su PS5? La risposta è stata negativa, perché questo modello «non sarebbe sostenibile» e «non avrebbe senso», secondo il CEO.

Sony spiega perché non ci sarà un Game Pass su PS5

Nelle parole di Ryan, «il nostro motto è avere nuovi giochi, grandi giochi. Abbiamo già avuto questa conversazione in precedenza, ma non abbiamo intenzione di seguire la via di far uscire giochi appena pubblicati con un modello in abbonamento».

Il motivo, secondo Ryan, è presto detto:

Questi giochi costano milioni di dollari, ben oltre i $100 milioni, nel loro sviluppo. Non pensiamo che sia un modello sostenibile.

Vogliamo realizzare giochi più grandi e migliori, anche con una cadenza più persistente, a un certo punto. Se dovessimo proporli con un modello in abbonamento fin dal day-one, per noi non avrebbe nessun senso. Per altri in situazioni diverse magari sì, ma per noi non è così.

Vogliamo espandere e far crescere il nostro ecosistema, e portare nuovi giochi in un modello in abbonamento non può andare di pari passo con questo.

A tal proposito, vi ricordiamo che Sony ha anche confermato che i prezzi dei suoi giochi su next-gen arriveranno fino a 79,99€ (come nel caso di Demon’s Souls), mentre il prezzo di listino consigliato in passato era pari a 69,99€.

Il debutto della console è atteso per il prossimo 19 novembre, con 499,99€ di listino per la standard e 399,99€ per la digitale.

I pre-order di PS5 sono stati aperti ufficialmente su Amazon: trovate qui la pagina della versione standard e qui della digital.