News 2 min

E se The Legend of Zelda fosse in Unreal Engine 5? Sarebbe così

Un fan si è messo al lavoro su Unreal Engine 5 per immaginare una foresta di Hyrule da The Legend of Zelda – con tanto di spada suprema.

Fin dalla sua presentazione, Unreal Engine 5 è stato un po’ descritto come l’engine dei videogame di nuova generazione. Mentre siamo in attesa di vederlo all’opera sui nuovi hardware, è già diventato il parco giochi di chi ama sperimentare con i motori grafici, creando tributi e concept per i suoi videogiochi preferiti.

È anche il caso di “OotavidMann”, un giocatore che condivide su YouTube le sue creazioni in Unreal Engine 5. L’ultima è dedicata a The Legend of Zelda e prova a immaginare un bosco di Hyrule proprio con questo engine. I dettagli sono davvero notevoli e, sfruttando sia Lumen che Nanite, possiamo vedere alcuni scorci bucolici, a cui fanno seguito alcuni oggetti che i fan di Link conoscono bene.

La Spada Suprema attende Link

Dalla Spada Suprema che aspetta in cima alla gradinata alla maschera di Majora’s Mask, passando per l’ocarina di Ocarina of Time: il video è davvero un bel vedere e chissà che, in futuro, non ci possiamo ritrovare davvero di fronte a questo livello di dettaglio per un nuovo videogioco di The Legend of Zelda.

Vi mostriamo il suo video di seguito.

 

Vi ricordiamo che al momento Nintendo sta lavorando al seguito di The Legend of Zelda: Breath of the Wild, che dovrebbe arrivare nel corso del 2022 e che sta già scatenando le fantasie degli appassionati – soprattutto in virtù della possibile doppia anima di Link che abbiamo potuto vedere nel più recente video.

Gli amanti dei classici, invece, possono mettere le mani su The Legend of Zelda: Ocarina of Time grazie al nuovo pacchetto aggiuntivo di Switch Online che include anche i titoli Nintendo 64, anche se ora come ora c’è più di una magagna tecnica da migliorare per rendere merito al grande capolavoro del franchise.

In passato avevamo visto altri tentativi di cambiamenti grafici per il mondo di Zelda: un fan aveva provato a immaginare Majora’s Mask in Unreal Engine 4, mentre qualcuno era partito per i mari di Wind Waker.

Se volete recuperare il più recente capolavoro della saga, dovete assolutamente partire per vivere The Legend of Zelda: Breath of the Wild.