News 2 min

Dying Light 2, Techland rivela cos’è andato storto nello sviluppo

Il problema sarebbe stato soltanto l'annuncio, avvenuto troppo presto.

L’annuncio di Dying Light 2 risale ormai al 2018, e negli ultimi anni le notizie sul gioco si sono fatte sempre più rade, con pochi aggiornamenti tangibili sullo stato di salute del titolo di Techland.

Sicuramente, i problemi non sono mancati: lo scorso anno, il team di sviluppo aveva perso la figura dello scrittore Chris Avallone, in seguito alle accuse di molestie che lo avevano coinvolto.

Sempre la scorsa estate, si erano diffusi rumor inerenti l’acquisto del team da parte di Microsoft, voce inizialmente smentita ma che di recente è tornata a circolare.

Dopo qualche tempo senza reali aggiornamenti, la scorsa settimana si è diffusa una voce di corridoio che vorrebbe un annuncio imminente per Dying Light 2, il quale sarebbe quindi pronto a tornare sotto la luce dei riflettori.

Tutti questi silenzi e questi misteri, però, hanno portato molti appassionati se il titolo non fosse forse finito nel cosiddetto “development hell, termine con cui si indica un progetto (non solo videoludico) finito in un ciclo di sviluppo senza fine, senza reali progressi.

I colleghi di Game Rant riportano però la decisa smentita da parte di Techland, avvenuta in un recente tweet che riportiamo qui di seguito.

Dying Light 2 non starebbe quindi avendo problemi nello sviluppo, anzi. I progressi, stando al team, ci sono eccome, il problema sta nell’annuncio iniziale, avvenuto troppo presto.

Siamo dunque forse vicini ad una svolta? Dovremo attendere la prossima settimana per sapere se l’annuncio tanto chiacchierato si concretizzerà, ma dobbiamo ricordare che Dying Light 2 sarà un titolo enorme, con un supporto post-lancio sostanzioso, e dunque è più che lecito aspettarsi lunghi tempi di sviluppo.

Se vi siete persi qualche dettaglio su Dying Light 2, qualche mese fa avevamo preparato per voi un articolo riassuntivo contenente tutto ciò che sappiamo finora sul gioco di Techland.

Se siete già convinti dell’acquisto, è già possibile effettuare il pre-order del gioco, attualmente soltanto per le versioni PlayStation 4, Xbox One e PC (in attesa di un probabile annuncio per le console next-gen).

Se volete pre-ordinare la vostra copia di Dying Light 2, vi consigliamo di approfittare della prenotazione a prezzo minimo garantito.