News 1 min

Craig il Brute è finito sulle magliette dei dipendenti Microsoft, e rimarrà nella lore di Halo

Il retroscena di Phil Spencer su uno dei personaggi dell'anno

In un’intervista concessa a GameSpot, il boss di Xbox Phil Spencer ha rivelato un aneddoto curioso relativo a Craig il Brute.

Craig il Brute è diventato un meme dopo la sua comparsa nel primo gameplay di Halo Infinite lo scorso luglio.

Quella demo ha deluso tanti giocatori per la qualità del titolo non all’altezza delle loro aspettative, ma è rimasta nella memoria di tanti, anche dopo il rinvio dell’esclusiva Xbox, per la  comparsa di questo personaggio dal volto piatto e buffo.

Spencer aveva già fatto sapere di aver apprezzato parecchio le spassose gag nate intorno al personaggio, e di amare il fatto che la community sia capace di prendere qualunque cosa le capiti a tiro e trarne divertimento.

Lo stesso è successo con Xbox Series X accostata ad un frigorifero per il suo design verticale, tant’è vero che Microsoft ha realizzato davvero dei frigo ispirati alla console.

«In realtà abbiamo queste t-shirt, non ne indosso una oggi, con la faccia di Craig», ha raccontato l’executive vice president al gaming di Microsoft.

«Amo il fatto che il team l’abbia sposato, è stato semplicemente così divertente. Sì, penso che Craig sarà in giro per molti, molto decenni nella lore di Halo. 

Troverete le sue foto dappertutto. Sì, probabilmente da qualche parte nei giochi».

A questo punto, i fan farebbero bene ad aspettarsi degli easter egg dedicati a Craig il Brute già nel prossimo capitolo della saga di Master Chief.

Meme a parte, Halo Infinite non ha però ancora una data d’uscita e, dopo l’addio dello studio head di 343 Industries Chris Lee, la strada per il lancio programmato per il 2021 resta impervia.

Se siete fan di Halo, potete arricchire la vostra collezione approfittando dei prezzi di Amazon.