PLAYSTATION PLUS 3 min

Come va PlayStation Plus? Ecco com’è cambiato negli anni il numero di abbonati

Sony ha reso noto il numero degli abbonati a PlayStation Plus nel suo report sull'ultimo quarto fiscale: com'è rispetto ai numeri precedenti?

Abbiamo parlato spesso, sulle nostre pagine, delle montagne russe vissute da PlayStation Plus. Il servizio in abbonamento di casa Sony, nato prima di tutto per l’accesso al gioco online su PlayStation Network, si era fatto larga strada proponendo i suoi giochi mensili, salvo poi rimanere indietro nel momento dell’avvento del gioco on demand.

Così, di recente – il 23 giugno in Europa – abbiamo assistito al lancio di un nuovo PlayStation Plus (lo trovate su Amazon), che tenta di fondere tutti questi approcci: un livello per chi vuole i giochi mensili e solo l’accesso online, uno per chi vuole giocare anche tanti titoli on demand, uno per chi a tutto questo vuole sommare il cloud in streaming.

Mesi addietro discutemmo di come fosse necessario per Plus decidere che cosa fare da grande, per non perdere abbonati: una cosa che Sony ha tentato di fare con questa piccola rivoluzione che ha comunque terreno per migliorare nel suo livello più alto (il Premium), ancora confuso in alcune scelte, ma non avaro di buone idee.

Proprio oggi abbiamo riportato i dati fiscali del primo quarto relativo a Sony e a PlayStation – e da lì sono arrivati i primissimi numeri del rinnovato PS Plus. I dati fanno riferimento al trimestre concluso il 30 giugno scorso, quindi è troppo presto per vedere l’impatto sul mercato europeo.

PlayStation Plus è il servizio in abbonamento di Sony

In compenso, il nuovo Plus è stato lanciato il 23 maggio in diversi mercati asiatici, tra l’1 e il 2 giugno in Giappone, il 13 giugno nelle Americhe. In sintesi, insomma, in alcuni mercati può aver cominciato a far registrare delle primissime impressioni, mentre sarà necessario attendere il prossimo quarto per farsi un’idea più chiara.

Ciò nonostante, è interessante vedere l’andamento dell’abbonamento nel corso degli anni: abbiamo messo insieme i numeri dai recenti report fiscali di Sony, per vedere come il numero degli abbonati è arrivato a un picco nel corso del 2020, salvo poi cominciare a retrocedere e assestarsi più o meno sui numeri odierni.

Vediamo le statistiche di seguito.

Quanti abbonati ha PlayStation Plus e quanti ne aveva prima?

Per vedere i numeri di seguito, vale la pena ricordare come funzioni l’anno fiscale in Giappone, che inizia il 1 aprile. Di conseguenza, quando facciamo riferimento ai diversi quarti, il periodo da prendere in considerazione è il seguente:

  • 1 aprile – 30 giugno: Q1
  • 1 luglio – 30 settembre: Q2
  • 1 ottobre – 31 dicembre: Q3
  • 1 gennaio – 31 marzo: Q4

Non si prenda quindi come riferimento il quarto dell’anno solare, per evitare confusione.

Sappiamo che nel 2014 PS Plus mise insieme poco meno di 8 milioni di abbonati, evidenziando un margine di crescita che, come noterete, si è affermato qualche tempo dopo. I dati che prendiamo come riferimento, tutti disponibili nei report ufficiali di Sony, partono dall’ultimo quarto fiscale del 2016.

  • Q4 FY16: 26,4 milioni
  • Q1 FY17: 27 milioni
  • Q2 FY17: 28,1 milioni
  • Q3 FY17: 31,5 milioni
  • Q4 FY17: 34,2 milioni
  • Q1 FY18: 33,9 milioni
  • Q2 FY18: 34,3 milioni
  • Q3 FY18: 36,3 milioni
  • Q4 FY18: 36,4 milioni
  • Q1 FY19: 36,2 milioni
  • Q2 FY19: 36,9 milioni
  • Q3 FY19: 38,8 milioni
  • Q4 FY19: 41,5 milioni
  • Q1 FY20: 45 milioni
  • Q2 FY20: 45,9 milioni
  • Q3 FY20: 47,4 milioni
  • Q4 FY20: 47,6 milioni
  • Q1 FY21: 46,3 milioni
  • Q2 FY21: 47,2 milioni
  • Q3 FY21: 48 milioni
  • Q4 FY21: 47,4 milioni
  • Q1 F122: 47,3 milioni

Come potete osservare, il numero degli abbonati – complice anche il fatto che sempre più persone oggi giochino online – era andato a salire in modo più repentino fino all’ultimo quarto del FY20 (1 gennaio – 31 marzo 2021), salvo poi cominciare a rallentare, complice anche la questione della quarantena.

Nel Q1 FY21 (1 aprile – 30 giugno 2021) la perdita era stata di oltre un milione di abbonati, salvo poi recuperare e arrivare a da 46,3 milioni a 48 milioni da lì al Q3 del FY21 (1 ottobre – 31 dicembre 2021). Tuttavia, da lì c’è stata una nuova battuta d’arresto che continua, ora, con due quarti consecutivi in cui i numeri si riducono, assestandosi a oggi a 47,3 milioni di abbonati (al 30 giugno 2022).

Sarà molto interessante, nel Q2 FY22, osservare in che modo cambieranno questi numeri, considerando che sarà la prima volta in cui potremo concretamente osservare se e come il lancio del nuovo PS Plus abbia avuto un impatto nell’andamento dell’abbonamento.

Probabilmente, proposte del day-one come quella di Stray, o l’inclusione di intere saghe nel livello Extra (come quella di Yakuza) potranno riscuotere una buona appetibilità – anche per chi ha tanti giochi nel backlog.

Inoltre, vale la pena ricordare che ci sarà da osservare anche come cambieranno le entrate da questi abbonamenti, che dicendo addio al tiepido Now e convergendo in tre diversi livelli potrebbero portare cifre notevoli e dirci qualcosa su quale sia il tier più scelto dai giocatori su PlayStation Plus.

Fonti e dati