News 2 min

Assassin’s Creed Valhalla, l’ultimo aggiornamento include un riferimento ad AC Mirage

L'ultimo capitolo di Assassin's Creed Valhalla include un importante riferimento a Mirage.

Con il rilascio dell’ultimo aggiornamento di Assassin’s Creed Valhalla, il supporto post-lancio per il capitolo più ambizioso della saga si è ufficialmente concluso: Ubisoft ha infatti annunciato che dopo due anni non introdurrà ulteriori contenuti aggiuntivi.

La nuova patch di AC Valhalla (lo trovate su Amazon) avrebbe dovuto essere rilasciata soltanto il prossimo 6 dicembre, ma a causa di «un glitch dell’Animus» è stata già resa disponibile a sorpresa, permettendo di accedere in anticipo a tutte le ultime novità e che hanno svelato un collegamento molto interessante.

Tra le numerose nuove feature dell’ultimo aggiornamento c’è infatti anche il nuovo DLC gratuito che conclude la storia di Eivor: «L’ultimo capitolo» è infatti un regalo di Ubisoft ai fan che hanno scelto di supportare così a lungo questo grande viaggio.

Chi ha avuto la possibilità di provare questo nuovo contenuto aggiuntivo ha però scoperto un riferimento da non sottovalutare: come riportato da GamesRadar+, sembra proprio che L’ultimo capitolo di Valhalla abbia messo in moto i preparativi per l’inizio di Assassin’s Creed Mirage.

Attenzione: di seguito troverete alcuni spoiler per L’ultimo capitolo di Assassin’s Creed Valhalla.

Sconsigliamo di proseguire la lettura se non l’avete completato o se non volete rovinarvi la sorpresa.

Come i fan ormai sapranno, Assassin’s Creed Mirage è in realtà ambientato diversi anni prima dell’inizio della saga di Eivor. Tuttavia, la conclusione del nuovo DLC gratuito ci svela come inizierà la nuova avventura in arrivo e come è possibile riuscire ad esplorarlo nell’Animus.

Il finale, ambientato negli anni moderni, ci svela infatti un Basim dei nostri giorni condividere un campione del suo sangue con William Miles, consentendo così all’Animus di avviare il processo per mandarlo indietro nel tempo e scoprire la sua storia.

 

Il finale risponde dunque al quesito riguardante il DNA di Basim, venendo realizzato anche per anticipare ai fan che hanno apprezzato Valhalla di tenere d’occhio la prossima imminente avventura in arrivo, che tornerà alle radici del franchise.

Ricordiamo che il nuovo episodio del franchise sarà disponibile nel 2023: a differenza dell’ultimo open world, Mirage sarà un’avventura molto più breve e più vicina agli Assassin’s Creed originali, allontanandosi così dall’ultima trilogia e iniziando un ciclo di progetti unici.