News 2 min

Zelda Breath of The Wild in prima persona? Ora si può (e non è una mod)

La procedura non è semplicissima, ma il gioco vale la candela

Gli effetti generati dal lancio di The Legend of Zelda Breath of The Wild sono stati innumerevoli sia nell’industria che nella community, sempre pronta a tornare nelle verdeggianti terre di Hyrule.

La qualità dell’ultima avventura di Link è innegabile e di recente Nintendo ha deciso di rispolverare un classico dell’era Wii quale The Legend of Zelda Skyward Sword nel tentativo di riportare i fan dove tutto è iniziato.

L’ultimo episodio della saga è stato sviscerato a dovere, ma evidentemente non abbastanza da esaurire ogni suo segreto: l’ultimo vi consente di volare senza limiti.

Tra i tanti avversari presenti a Hyrule è impossibile non citare i Guardiani, spesso molto pericolosi (soprattutto nelle prime fasi di gioco). Se volete “vendicarvi” di tutte le volte in cui vi hanno neutralizzato senza alcuno sforzo, potete farlo sfruttando questa tecnica.

I segreti del titolo che ha accompagnato il lancio di Nintendo Switch e posto termine allo sfortunato ciclo vitale di Wii U sembrano non finire mai, e adesso ne è spuntato un altro che ha del clamoroso.

Seguendo una procedura leggermente complicata che potrebbe rubarvi più di qualche secondo sarà infatti possibile passare a una visuale in prima persona a tutti gli effetti.

Optando per questa pratica potrete guardare il mondo dagli occhi di Link senza ricorrere all’acquisto del DLC La Ballata dei Campioni e senza sbloccare la Master Cycle Zero, che a sua volta consente di generare un glitch che porta allo stesso risultato (ma in modo ancora più complesso).

Il metodo visibile nel filmato sottostante è stato scovato dall’utente Diamond-Herobrine, il quale lo ha puntualmente condiviso su Reddit, dove molti giocatori ne hanno già testimoniato la validità (via GameRant):

You can go into first person mode without needing the dlc!!!! from Breath_of_the_Wild

Come avrete notato, la procedura da seguire richiede una serie di accortezze da tenere in considerazione, ma Diamond-Herobrine ha specificato che non è necessario riprodurla con la stessa velocità vista nel filmato per ottenere il risultato voluto.

Se avete amato The Legend of Zelda Breath of The Wild ma lo avete riposto nello scaffale già da un po’, questa potrebbe essere un’ottima occasione per recuperarlo e testare questo interessante metodo.

Non state più nella pelle per il sequel? Se la risposta è affermativa (eventualità molto probabile) armatevi di tanta pazienza, perché l’attesa potrebbe essere lunga.

Il titolo è visivamente splendido ma lo diventa ancora di più grazie al ray tracing e a una risoluzione di ben 8K che lo rende next-gen a tutti gli effetti.

Tra le creazioni più interessanti dei fan è impossibile non citare Second Wind, un contenuto aggiuntivo creato da un team indipendente che arricchisce il gioco di tantissime novità.

Se avete amato il gioco e volete approfondirne la storia, non potete lasciarvi sfuggire Hyrule Warriors L’Era della Calamità al prezzo proposto da Amazon.