Yves Guillemot vorrebbe un Assassin’s Creed principale ambientato in Cina

Secondo il fondatore e proprietario di Ubisoft, sarebbe bello avere un Assassin's Creed della saga principale ambientato in Cina

NEWS
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 5 Agosto 2019 - 13:18

Yves Guillemot ha un sogno nel cassetto: un nuovo Assassin’s Creed – non uno spin-off, ma un episodio della saga principale – ambientato in Cina. A rivelarlo è stato lo stesso CEO e fondatore di Ubisoft, che si è rivelato affascinato dall’idea di una possibile escursione degli Assassini nel Paese del Dragone.

Interpellato su questa possibilità, Guillemot ha spiegato:

Sarebbe fantastico poterlo fare. Non posso dire molto di più, oggi, ma penso che sarebbe grandioso. Come ricorderete, abbiamo avuto un Assassin’s Creed in due dimensioni ambientato lì (Chronicles, ndr), posso dire che è una cosa che prima o poi ci piacerebbe davvero poter realizzare.

Vi ricordiamo che il più recente episodio, Assassin’s Creed Odyssey (2018), ci ha portato nell’Antica Grecia. Secondo le indiscrezioni,  il futuro, in arrivo nel 2020, ci porterà invece nel mondo norreno, alle prese con galee e vichinghi.

A voi piace l’idea di un episodio ambientato nei fasti dell’Antica Cina?

Fonte: PSU




TAG: assassins creed, ubisoft, Yves Guillemot