News 2 min

Xbox Series S smontata, Digital Foundry: “superba”, ma ha due difetti

Una console che riserva sorprese ancora oggi

Digital Foundry ha realizzato un nuovo video teardown di Xbox Series S, definendo la seconda console next-gen di Microsoft «superba» ma non priva di difetti.

Oltre che ad essere la meno performante della famiglia, Xbox Series S è anche la piattaforma di nuova generazione di più facile reperimento attualmente.

Xbox Series X è infatti sparita o quasi dalla circolazione dalle nostre parti, a causa della crisi dei semiconduttori da cui stiamo lentamente uscendo.

Un destino simile a quello di PS5, che conta di superare tali difficoltà dal prossimo anno, quando la next-gen entrerà effettivamente nel vivo.

 

Anche in virtù di questa situazione, Xbox Series S si è ritrovata al centro di un video teardown e di un’analisi di Digital Foundry.

L’etichetta tech di Eurogamer.net ha scomposto e analizzato gli interni della console next-gen più piccola in circolazione.

Ne ha approfittato per puntualizzare la propria opinione a proposito della piattaforma, sorprendente per tanti versi ma non priva di mancanze.

«Series S funziona ma c’è ancora il senso che i tagli nelle specifiche siano stati un po’ troppo duri», si legge nell’articolo firmato da Richard Leadbetter.

«Nello specifico, penso ancora che avrebbe dovuto essere distribuita con con più memoria e un’interfaccia più ampia per una maggiore ampiezza di banda.

Ad ogni modo, avendo smontato Series S, la qualità del design e la costruzione è semplicemente eccellente.

Se un produttore di PC avesse messo insieme un’unità dal form factor ultra-piccolo come questa, confezionando così tante prestazioni in una scatola così piccola, le recensioni sarebbe state stellari».

Digital Foundry parla anche di un vero salto generazionale per quanto riguarda la potenza computazionale del processore.

Nel complesso, «l’idea che Microsoft stia distribuendo questa [console] a $299 è impressionante», il che rappresenta un successo per  il produttore americano.

In uno dei nostri test, del resto, vi avevamo invitato a non sottovalutare la potenza di Xbox Series S, nonostante si tratti de facto dell’anello “debole” e più economico della famiglia.

Per raggiungere l’obiettivo del costo così competitivo, sono state tante le rinuncie fatte in fase di produzione, tra cui quelle su lettore Blu-ray e SSD dal taglio più contenuto.

La scena dello sviluppo è ancora divisa riguardo all’utilità di questa console, nonostante siano passati ormai dei mesi dal lancio del novembre 2020.

Se volete sfruttare al massimo la vostra console Microsoft, non potete non avere un abbonamento a Xbox Game Pass