Tutti i videogiochi in uscita fino a fine febbraio | Video Speciale

Video Speciale
A cura di Ciro - 16 Gennaio 2019 - 10:38

Benvenuti lettori, nel nuovo appuntamento con “le uscite del mese”, un appuntamento particolare dato che, oltre al mese di febbraio, prenderemo in esame anche gli ultimi quindici giorni di gennaio, quindici giorni ricchi di uscite molto interessanti. L’inizio 2019 si prospetta essere un dei periodi più intensi della storia recente del videogame con molte uscite importanti concentrate in pochissimo tempo. Andiamo a scoprire le più attese.

Ace Combat 7 – 17 gennaio

Iniziamo con una serie storica, a distanza di cinque anni dall’ultimo capitolo uscito solamente su Playstation 3, Bandai Namco porta la serie Ace Combat sulle console di questa generazione.
Ace Combat 7 riproporrà la formula classica della saga: intensi combattimenti aerei, missioni ad altissimo rischio, bombardamenti, ma lo farà con un impianto grafico veramente strepitoso e un particolare sguardo alla realtà virtuale. L’introduzione del meteo, con pioggia e nebbia che si faranno sentire quando si scenderà sotto il livello delle nuvole, ha un impatto scenico stupendo e la realtà virtuale permetterà di immergersi in una delle esperienze più accattivanti di sempre. L’uscita è prevista il 17 gennaio su PC, PS4 e XBOX ONE.

Life is Strange 2 – Rules – 24 gennaio

Dopo un primo episodio non troppo apprezzato, o almeno, non apprezzato quanto quello della prima stagione, Dontnod è pronta a rilasciare il secondo atto di Life is Strange 2.
Rules sarà disponibile dal 24 gennaio, e le aspettative sono alte: Sean e Diaz sono stati introdotti e il loro viaggio ha avuto inizio. Vedremo se con il prosieguo della storia riuscirà ad avvicinarsi all’eppopea di Max e Chloe.

life is strange 2

Resident Evil 2 Remake – 25 gennaio

Il 25 gennaio è il primo di una serie di giorni molto intensi. Sarà infatti rilasciato su PC, PS4 e XBOX ONE il remake di Resident Evil 2 che si può tranquillamente considerare come uno dei giochi più attesi di tutto il 2019. Non aspettatevi una remastered e nemmeno un remake uno ad uno come quelli di Spyro e Crash, ma una sorta di nuova edizione di quel Resident Evil 2 che uscì nel lontano 1998. Saranno aggiornate molte meccaniche di gioco, la trama avrà nuovi risvolti e ci saranno nuove aree visitabili, insomma un titolo che riprenderà ambientazione e protagonisti dell’originale ricamando sopra una versione nata e pensata per il 2019.

resident-evil-2

Kingdom Hearts 3 – 29 gennaio

Quattro giorni dopo, ecco la seconda bomba di gennaio.
Kingdom Hearts 3 sta per diventare realtà a quasi sei anni dall’annuncio e dopo dieci di sviluppo. Sora sta per tornare con la sua keyblade, insieme a Riku, Pippo Paperino, Xehanort e un’altra infinità di personaggi Disney. Questo nuovo capitolo porterà molti nuovi mondi, fra i quali Toy Story, Rapunzel, Ralph Spaccatutto, Big Hero 6, Frozen e il mondo dei Pirati dei Caraibi che ha stupito per l’incredibile qualità grafica.
Il sistema di combattimento, ha annunciato Nomura, resterà quello già ottimo di Kingdom Hearts 2, con alcune aggiunte che lo renderanno più dinamico.
L’attenzione dei fan però, è concentrata sulla trama e sui possibili risvolti narrativi e i molti trailer rilasciati finora annunciano faville.
Appuntamento a breve quindi con la nostra recensione.

kingdom harts 3

Astroneer – 6 febbraio

Passiamo al mese di febbraio.
Dopo 2 anni di accesso anticipato su pc e oltre di 2 milioni di utenti, Astroneer sarà finalmente rilasciato in versione definitiva su pc e xbox one il 6 febbraio. L’early access del gioco può già essere acquistata su steam al prezzo di 19 euro e ci metterà nei panni di un esploratore spaziale con il quale potremo esplorare i sei pianeti di un sistema solare sconosciuto, pianeti generati proceduralmente che saranno completamente terraformabili. Il titolo è stato molto apprezzato dal popolo pc, e per gli amanti dei survival d’esplorazione è sicuramente un must buy visto anche il prezzo ridotto.

Jump Force, Crackdown 3, Far Cry New Dawn, Metro Exodus – 15 febbraio

Il 15 febbraio si prospetta essere un giorno totalmente folle.
Si inizia da Jump Force, picchiaduro sviluppato da Spike Chunsoft, che permetterà a personaggi di vari anime e manga di sfidarsi a suon di mazzate.
Annunciato all’E3 del 2018, ha subito stupito per il roster composto da trentatrè personaggi provenienti da tredici saghe differenti, fra le quali Dragonball, One Piece, Bleach, Yu-Gi-Oh e Naruto.
L’impostazione da arena fighter però, con visuale fissata alle spalle dei personaggi ha fatto sorgere qualche dubbio.
Il picchiaduro alla Budokai Tenkaichi infatti, nel recente passato ha visto solo titoli con sistemi di combattimento mediocri e mal bilanciati, e dai primi test Jump Force non sembra proprio brillare e potrebbe essere l’ennesimo picchiaduro fatto per attirare i fan dei vari personaggi, piuttosto che per divertire nel lungo termine.

jump force

Secondo titolo in uscita lo stesso giorno, CrackDown3
Di Crackdown si è parlato moltissimo, terzo capitolo di una serie che in passato aveva dato ottime soddisfazioni ai fan e presentato in pompa magna come un gioco rivoluzionario che sfruttando la potenza del calcolo del cloud Microsoft, avrebbe permesso una distruttibilità degli scenari senza pari.
Poi gli anni son passati, il gioco ha subito rinvii continui e si è mostrato in trailer sempre scadenti con sequenze che ricordavano i tps di settima generazione.
Il 15 febbraio sarà il giorno della verità e finalmente capiremo quanto questa scommessa di Microsoft, sia stata lungimirante.

crackdown 3

Si passa poi a Far Cry New Dawn, nuovo esponente della ormai annuale serie Ubisoft, che questa volta ci riporterà nelle stesse terre visitate in Far Cry 5, devastate però da un disastro nucleare.
Il gioco sarà un vero e proprio seguito ambientato dopo la fine di Far Cry 5, ma non è ancora chiaro quanti e quali personaggi torneranno e quanto le due storie saranno collegate.
Dal punto di vista tecnico e di gameplay poche sembrano essere le modifiche rispetto a Far Cry 5 ma non è necessariamente un male, la formula Far Cry funziona, diverte e accontenta ogni anno milioni di giocatori.
Perchè cambiare?

far cry new dawn

Chiudiamo questa intensissima giornata con Metro Exodus, terzo capitolo della serie tratta dai romanzi di Dmitry Glukhovsky e primo realizzato nativamente per questa generazione di console.
Exodus ci farà impersonare nuovamente i panni di Artyom dopo le vicende di 2033 e Last Light e porterà molte novità sul fronte del gameplay.
Continuerà a essere un’esperienza lineare, ma le ambientazioni diventeranno molto più vaste e con più libertà di approccio rispetto ai giochi precedenti, complice anche l’uscita dagli angusti tunnel della metropolitana molto più frequente rispetto ai giochi passati.
Tecnicamente 4A Games torna a fare scuola e il gioco si è mostrato fin da subito visivamente impressionante.
Metro Exodus sarà il primo titolo in grado di sfruttare a pieno il Ray Tracing e il Deep Learning Super Sampling di Nvidia, insomma anche in questo caso potrebbe alzare ulteriormente l’asticella sul fronte tecnico, come già accadde nei due capitoli precedenti.

metro exodus

Anthem – 22 febbraio

Passiamo al 22 febbraio, giorno scelto da Electronic Arts per pubblicare Anthem, l’ultima fatica di Bioware. Annunciato all’E3 del 2017, Anthem ha da una parte stupito per la qualità grafica e il particolare sistema di movimento, dall’altra destato dubbi sulla qualità del comparto narrativo e sulla profondità del gameplay. Svolazzare come Ironman in un’ambientazione che può ricordare Pandora di Avatar, è sicuramente allettante ma bisogna vedere quanto il game design spingerà a volare piuttosto che avanzare come in un classico third person shooter.
Bioware ha poi parlato di un gioco in evoluzione, che al lancio non presenterà tutti i contenuti che lo studio ha in mente, quindi le parole “DLC” e “storia incompleta” suonano chiare e forti.
Molti dubbi saranno comunque fugati a fine gennaio e inizio febbraio, con due versioni beta una riservata agli utenti di EA Access e una pubblica, che permetteranno a stampa e pubblico di farsi un’idea più chiara sul gioco.

anthem

Dirt rally 2, Anno 1800 – 26 febbraio

Dopo un primo capitolo molto apprezzato, Codemasters torna con Dirt Rally 2, che si distaccherà dal sim-arcade di Dirt 4 per puntare su un’esperienza del tutto simulativa dedicata ai puristi del genere automobilistico. Sei saranno le ambientazioni toccate, Nuova Zelanda, Argentina, Spagna, Polonia, Australia e USA.
Nel gioco sarà anche presente la licenza ufficiale del FIA Rallycross che permetterà di gareggiare anche in multiplayer su otto diversi tracciati.

Lo stesso giorno sarà rilasciato in esclusiva pc Anno 1800, gestionale sviluppato da Blue Byte, che dopo aver visitato l’epoca futura, riporta la serie indietro nel tempo catapultandoci nel pieno della rivoluzione industriale.
Fra le novità di questa nuova iterazione, troviamo un nuovo sistema di esplorazione di terre sconosciute, un focus maggiore sull’ordine pubblico e la reintroduzione delle battaglie in tempo reale che non saranno più relegate ad un istanza di gioco separata.
Sicuramente per gli amanti del genere gestionale, un titolo da tenere ben fisso in mente.

anno 1800

Un mese e mezzo veramente intenso quindi, restate con noi per seguirne tutta la copertura con recensioni, videorecensioni e approfondimenti.




TAG: pc, ps4, videogiochi in uscita, Xbox One