News 2 min

Verdansk nuclearizzata, ma è solo un bug di Call of Duty Warzone

In attesa della vera nuclearizzazione, un piccolo antipasto

Qualcosa sta accadendo a Verdansk, la sterminata mappa di Call of Duty Warzone, ma i tempi non sembrano ancora maturi perché questo evento giunga al suo apice.

Come saprete, Activision, Infinity Ward e Raven Software hanno dato il là alla fine dei giorni di Verdansk, il cui ciclo vitale si dovrebbe concludere con una grossa esplosione nucleare.

Dopo essere stata anticipata per il mese di marzo, è spuntata una nuova data in cui l’esplosione, con conseguente sparizione della mappa, dovrebbe avvenire.

L’evento dovrebbe dirsi concluso nel momento in cui gli zombie, comparsi come predetto dai leaker, prenderanno il controllo totale della città.

Al momento, flotte di missili continuano a sorvolare le strade di Verdansk, minacciosi, promettendo di schiantarsi al suolo per scatenare la tanto chiacchierata esplosione.

Tuttavia, un utente ha segnalato un curioso bug che ha in qualche modo anticipato lo schianto dei missili sulla città fittizia.

Un missile decollato e in fase di sorvolamento di Verdansk si è infatti schiantato al suolo, risultando in una piccola ma poco pericolosa esplosione.

Il bug in questione sembra dunque consistere nell’anticipazione della caduta del missile e non nella sua funzione di schianto, e conseguente esplosione.

Questo vuol dire che, quando il missile giungerà a terra nel momento giusto ed evidentemente insieme a tanti altri, per la mappa del battle royale non dovrebbe esserci più alcuna speranza. 

Soltanto ad inizio mese abbiamo avuto un primo contatto con la nuova mappa che dovrà prendere il posto di Verdansk, la cui pubblicazione è costata la rimozione per violazione di copyright da parte di Activision.

La vita di Call of Duty Warzone va avanti comunque regolarmente, con una patch che è stata introdotta soltanto ieri con ritocchi implementati sul funzionamento delle armi.

Qualche lieve modifica, un hotfix in gergo tecnico, ben più contenuto rispetto all’update di metà stagione dello scorso 31 marzo.

Se dopo aver giocato alla battle royale di Warzone volete portare a casa Call of Duty: Black Ops Cold War, vi raccomandiamo di approfittare del prezzo di Amazon sullo sparatutto.