News 2 min

Uncharted: il capitolo cancellato era uno spin-off (e ha fatto una brutta fine)

Quando un gioco non s'ha da fare.

Jason Schreier per Bloomberg ha di recente vuotato il sacco circa i progetti che sarebbero stati in cantiere presso Bend Studio, sviluppatore di Days Gone.

Oltre ad aver rivelato che Naughty Dog starebbe lavorando a The Last of Us Remake, un rifacimento del primo capitolo della serie in arrivo su PS5, secondo Schreier il focus sui blockbuster di PlayStation avrebbe portato i team più piccoli a venire usati come “supporto”. 

Ora, durante un’ospitata con i ragazzi di The MinnMax Show, Schreier ha confermato che un nuovo capitolo della serie Uncharted (più esattamente, uno spin-off) sarebbe stato cancellato a causa di problemi di sviluppo. Si parla infatti di idee alla rinfusa, le quali avrebbero costretto Bend Studio all’abbandono del progetto (per poi mettersi al lavoro su una nuova IP).

Il giornalista ha confermato che il gioco probabilmente “scomparirà”, il che suggerisce che o è stato cancellato o non è mai davvero decollato dopo le prime idee messe sul tavolo degli sviluppatori.

Tutto ciò non esclude che un nuovo capitolo della saga di Uncharted non venga in ogni caso annunciato prossimamente, magari a ridosso dell’uscita del film previsto nei cinema e con Tom Holland nei panni del giovane Nathan Drake (sebbene il film sia stato da poco rinviato).

Nello stesso video, Schreier ha anche parlato del fatto che secondo lui l’idea di un remake di The Last of Us è assolutamente sensata, sia per Naughty Dog che per Sony.

Ma non solo: la casa di sviluppo che ha dato i natali a Joel ed Ellie starebbe pianificando anche un The Last of Us Parte II multiplayer da rilasciare come progetto standalone, sebbene al momento manchi ancora un annuncio ufficiale al riguardo.

Se non volete perdervi uno dei giochi migliori della generazione (se non il migliore) potete sempre recuperare The Last of Us Part II su PS4 a un prezzo davvero molto basso.