News 2 min

Twitter va a picco? Elon Musk assume l’hacker di PS3

George Hotz, famoso hacker di iPhone e PlayStation 3, lavora da ora per Twitter, come confermato dallo stesso programmatore via social.

Twitter sembra stia passando un brutto momento su Twitter in seguito all’acquisizione da parte di Elon Musk, il quale ha incluso anche un discutibile sistema di verifica a pagamento del servizio.

L’acquisizione, costata ben 44 miliardi di dollari, sembra infatti che al momento non abbia dato i risultati sperati, facendo anzi avvicinare la piattaforma social alla catastrofe.

Il caos delle spunte blu ha portato a un proliferare di profili falsi che si spacciano per VIP o compagnie, anche relative all’industria dei videogiochi.

Ora, come riportato anche da GameSpot, sembra che Musk abbia deciso di reclutare un personaggio non propriamente “pulito”, anche se con le dovute precauzioni.

George Hotz, famoso hacker di iPhone e, soprattutto, PlayStation 3, lavora da ora per il colosso di Twitter.

Hotz è diventato infatti uno “stagista” del social per l’uccellino blu e sta lavorando per migliorare le funzionalità di ricerca del sito di social media.

Il buon George ha dichiarato che il suo ruolo con Musk è quello di migliorare i sistemi di ricerca di Twitter: «Qualsiasi sentimento abbiate nei confronti della piattaforma e di Elon non riguarda me», ha dichiarato Hotz, aggiungendo di aver accettato una posizione a tempo determinato per “imparare e migliorare le cose”.

Poco sotto, il tweet originale di Hotz.

Al momento, Hotz sta cercando di eliminare il “pop-up di accesso non cancellabile” che può apparire su Twitter. In seguito, lo sviluppatore sta cercando di creare un sistema che permetta alle persone di cercare i propri like.

Ricordiamo che Hotz è celebre per aver hackerato l’iPhone nel 2008 all’età di 17 anni, rivolgendo poi le sue attenzioni a PS3. L’uomo e Sony sono rimasti coinvolti in una disputa legale e alla fine le due parti si sono accordate in via extragiudiziale.

In precedenza, Hotz aveva creato un proprio software per auto a guida autonoma che rivaleggiava con quello della Tesla di Musk.

Si dice che Elon abbia offerto al programmatore un contratto con un bonus multimilionario per entrare in Tesla, ma Hotz avrebbe rifiutato.

Se nel mentre volete supportare il lavoro di SpazioGames, potete acquistare su Amazon i vostri videogiochi preferiti senza nessun costo aggiuntivo.