News 2 min

Il caos di Twitter colpisce anche il mondo dei videogiochi

Un vero e proprio caos per quanto riguarda profili falsi, anche relativi all'industria videoludica, ha colpito il social network Twitter.

Varie personalità e aziende di alto profilo, tra cui Nintendo e Valve, sembra stiano passando un brutto momento su Twitter in seguito al lancio del nuovo sistema di verifica a pagamento del servizio.

Prima dell’acquisizione della piattaforma da parte di Elon Musk, costata 44 miliardi di dollari, Twitter verificava e premiava in modo indipendente alcuni account, indicati da un segno di spunta blu, in base al rispetto di determinati requisiti.

Questi account erano ritenuti attivi, degni di nota, autentici e di interesse pubblico, ma a ben vedere ora c’è un altro modo per ottenere la “verifica”, che ha portato a conseguenze potenzialmente dannose.

Come riportato anche da VGC, ciò ha portato a un vero e proprio caos per quanto riguarda profili falsi che si spacciano per VIP o compagnie, anche relative all’industria videoludica.

Il nuovo servizio di abbonamento mensile Twitter Blue, del costo di 7,99 dollari, consente a chiunque di pagare per avere il segno di spunta blu sul proprio account senza essere sottoposto a una verifica per confermare se questi soddisfa i criteri di attività, notorietà e autenticità.

Musk aveva precedentemente affermato che il nuovo sistema avrebbe agito come deterrente per gli spammer e i truffatori, ma poche ore dopo la sua introduzione è stato utilizzato anche per promuovere account fake.

Di recente, infatti, è spuntato un account Nintendo of America falso ma verificato, che pubblicizza un gioco Super Mario Galaxy non ancora annunciato. Lo stesso profilo anche pubblicato un’immagine della mascotte di Nintendo che fa il dito medio.

Non finisce qui: un account Valve verificato è stato utilizzato anche per “annunciare” Ricochet Neon Prime, presentato come la “prossima piattaforma competitiva” dell’azienda che ha creato la serie Half-Life e il principale negozio di giochi digitali online Steam.

Anche se si è rivelato un falso, il tutto ha comunque generato un thread sul popolare forum di giochi ResetEra prima che gli utenti lo identificassero come un falso e lo bloccassero.

Insomma, tempi duri – per non dire durissimi – per tutti gli utenti della piattaforma social Twitter: staremo a vedere quando e come la situazione cambierà, ci auguriamo già nelle prossime settimane.

Se nel frattempo volete supportare il lavoro di SpazioGames, potete acquistare su Amazon i vostri videogiochi preferiti senza nessun costo aggiuntivo.