IL PUNTO 18 min

Tutto su Splatoon 3: migliori armi, Splatfest, amiibo e cosa cambia da Splatoon 2

Modalità, splatfest e perché non è uno Splatoon 2.5

Ultimo aggiornamento: 11 ottobre, con i dettagli sull’uscita degli amiibo e sul prossimo Splatfest

Uno dei franchise più giovani eppure più riconoscibili firmati da Nintendo è senza dubbio Splatoon. Questa peculiare serie di sparatutto, che ha visto di recente l’uscita di Splatoon 3, prova a portare la Nintendo Difference nel mondo dei videogiochi competitivi online, con delle sfide dai ritmi serrati dove colori vivaci e armi sopra le righe sono i protagonisti assoluti.

Disponibile su Nintendo Switch dallo scorso 9 settembreSplatoon 3 ha avuto un ottimo debutto in Italia e, come vi abbiamo raccontato nella nostra recensione, rimescola le carte sulla sua tavola proponendo decisamente di più di un semplice “Splatoon 2.5″.

In questo articolo vogliamo esplorare le peculiarità e le caratteristiche del gioco, soprattutto in virtù delle sue differenze rispetto agli episodi precedenti, per aiutare i futuri Inkling (o quelli che hanno già imbracciato le armi mollusche!) a tuffarsi nel mare di sfide e inchiostro di Splatoon 3.

Tutto su Splatoon 3

Introduzione a Splatoon 3

Cos’è e come si gioca

Splatoon 3 è uno sparatutto in terza persona dove, anziché di monotoni soldati imperturbabili, si vestono i panni degli Inkling (oppure degli Octoling), dei calamari/polpi antropomorfi che possono assumere la loro forma mollusca per nuotare nell’inchiostro.

Proprio l’inchiostro è la chiave del gameplay della saga Splatoon: se genericamente negli sparatutto ci si spara proiettili virtuali, nel caso della serie di Nintendo le dinamiche somigliano più a quelle del paintball. Le pallottole degli Inkling sono infatti piene di inchiostro, utile sia per eliminare gli avversari (un colore diverso dal proprio arreca danni agli Inkling nemici) che per colorare i territori conquistati durante le sfide.

Le battaglie danno un ruolo chiave all'uso dei colori

Perché Splatoon 3 è uno sparatutto diverso da tutti gli altri

L’idea che il colore sia alla base del gameplay, sposata ai suoi protagonisti molluschi, rende Splatoon 3 un gioco diverso da qualsiasi altro sparatutto. In questo caso, infatti, il focus non è davvero sull’eliminare fisicamente la squadra avversaria: anzi, la modalità più celebre della saga – Mischia Mollusca – prevede che la condizione di vittoria stia nel colorare più terreno dei nemici, all’interno della mappa.

Sbagliare mira mentre si cerca di colpire un avversario o equipaggiarsi con armi poco precise ma capaci di rovesciare sul pavimento enormi fiotti di vernice, insomma, in uno sparatutto come Splatoon è una scelta non solo sensata, ma perfino saggia.

A questo sommiamo il fatto che gli Inkling e gli Octoling possono riassumere la forma di calamari (o polpi) e nuotare nel loro inchiostro per spostarsi rapidamente: questo permette loro di celarsi alla vista della squadra avversaria e di ricaricare in velocità il serbatoio della vernice – che sostituisce in Splatoon il tradizionale contatore delle munizioni.

Splatoon 3 vs Splatoon 2: cosa cambia e tutte le novità

Sebbene Splatoon 3 faccia affidamento sulle certezze maturate nel titolo precedente (come è naturale che sia) ci sono in realtà diverse novità per modalità e gameplay che sono state introdotte in questo gioco.

Alcuni aspetti, ad esempio, approfondiscono il gameplay, altri permettono di avere una più ampia personalizzazione, molto più in linea con gli odierni standard delle community dei videogiochi online.

Vediamo allora, una per una, tutte le novità di Splatoon 3 vs Splatoon 2 e cosa cambia da un gioco all’altro.


La nuova campagna

Una delle più interessanti novità introdotte in Splatoon 3 è una campagna tutta nuova. Questa modalità Storia, pensata per farvi prendere via via confidenza con tutte le meccaniche del gioco, vi vede vestire i panni del vostro alter ego e completare una missione importante.

Sembra, infatti, che cinque anni dopo gli eventi di Splatoon 2 una terribile minaccia stia facendo coprire di una misteriosa muffa gli isolotti che compongono il mondo di Splattonia. Starà a noi affrontare diversi livelli, che richiamano l’anima platform delle grandi produzioni Nintendo, per scoprire cosa stia succedendo.

Scegliendo tra diversi set di armi, affronteremo sfida dopo sfida, affiancati anche da Salmonello, un simpatico companion che ci permette di avere interazioni particolari con il mondo di gioco, oltre che di risolvere alcuni dei puzzle.

Completare la campagna permette di ottenere delle ricompense uniche che è possibile usare anche nelle altre modalità, tra un set di armi e personalizzazioni.

La campagna di Splatoon 3 permette di affrontare alcune sfide originali

Il nuovo hub

Nella nuova regione in cui è ambientato Splatoon 3 c’è anche un hub completamente inedito e decisamente moderno. Stiamo parlando di Splatville, una cittadina ricca di personaggi da incontrare, negozi in cui acquistare equipaggiamenti e personalizzazioni e dove accedere alle diverse modalità.

Gli sviluppatori hanno spiegato di ritenere Splatville la «città del caos», un’idea che gli venne dopo l’ultimo Splatfest di Splatoon 2: quando si sfidarono caos e ordine, infatti, a trionfare fu proprio il primo, dando il la al tema che sarebbe poi divenuto quello centrale del gioco successivo.

All’interno dell’hub i giocatori possono scorrazzare lungo diverse piazze e, durante gli Splatfest, è possibile vedere la città – molto più grande dei precedenti hub – cambiare volto e colorarsi di conseguenza.

Splatville è il nuovo hub e durante gli Splatfest è a dir poco spettacolare

Struttura delle mappe e level design

All’interno del gioco sono presenti alcune mappe completamente inedite: in totale sono 5, con un complessivo di 12 mappe disponibili già da ora per i giocatori, con nuove in arrivo in futuro attraverso update e DLC gratis.

La caratteristica che le lega tutte, però, è una maggior verticalità e una grande mobilità. Negli scenari, ad esempio, ci sono spesso delle variabili che rendono le sfide più imprevedibili, come il livello dell’acqua che sale o scende, o le piattaforme semoventi.

La verticalità, inoltre, fa in modo che verniciare le pareti per scalarle sia una strategia importante da tenere in considerazione: si possono attaccare i nemici dall’alto, ma bisogna anche stare attenti alla possibilità che qualcuno sia pronto a inondarci di inchiostro dal suo nascondiglio sopraelevato.

Splatoon 3 punta su una maggiore verticalità rispetto al passato

Novità di gameplay

Proprio le novità introdotte nel gameplay si legano bene alla verticalità delle nuove mappe; ora, ad esempio, è possibile eseguire uno scatto tenendo premuto il tasto B mentre si nuota in verticale (mossa battezzata impinnata): questo rende molto più rapido scalare le pareti e raggiungere parti sopraelevate.

Inoltre, è stata anche introdotta una rotolata che permette di cambiare rapidamente direzione (dando anche qualche secondo di invincibilità rispetto ai colpi nemici) mentre si nuota nell’inchiostro, eseguendo una sorta di capriola con una inversione di 180°. Nintendo ha chiamato questa mossa avvitotano.

Si tratta in entrambi i casi di gesti volti a favorire movimenti più rapidi e un’azione più serrata e adrenalinica, in modo da rendere più veloci anche le fasi dove in Splatoon 2 si era costretti, volenti o nolenti, a rallentare i ritmi.


Le nuove armi

Splatoon 3 introduce nuove armi rispetto a Splatoon 2. Al momento sono di due tipi, ed entrambe permettono di sbizzarrirsi con strategie di battaglia molto particolari:

  • Tri-calamarco: si tratta di un arco dalla lunghissima gittata, capace di sparare tre dardi di vernice contemporaneamente. Richiede un po’ di tempo per imparare a padroneggiarlo, ma è in grado di dare parecchie soddisfazioni.
  • ARCO-RAL 450: come detto sopra, è una variante più potente dell’arco, con una gittata più bassa ma una maggior rapidità nella ricarica, volta a garantire una cadenza di fuoco più serrata. Si sblocca al livello 10.
  • Tergilama: a metà tra un tergicristallo e una katana, è un’arma perfetta per muoversi rapidamente e colpire i nemici dalla breve distanza.
  • Splattalama: una variante più pesante ma con una maggior gittata della Tergilama, per chi ha imparato a padroneggiare l’arte di splattare i nemici con i suoi fendenti. Si sblocca al livello 15.
Gli archi sono alcune delle nuove armi di Splatoon 3

Personalizzazione

Un aspetto molto più approfondito in Splatoon 3 rispetto al gioco precedente è quello della personalizzazione. Ora è possibile non solo modificare l’aspetto e il vestiario del proprio Inkling (od Octoling), ma anche sbizzarrirsi con una targhetta per il proprio nome, visibile dagli altri giocatori, e con un armadietto presente negli spogliatoi della lobby.

Per quanto riguarda la targhetta, giocando è possibile sbloccare nuovi titoli da sfoggiare, che si affiancano al proprio nickname. Inoltre, è possibile personalizzare lo sfondo della targhetta, rendendola unica a seconda del proprio gusto.

Gli armadietti di Splatoon 3

L’armadietto, invece, sarà ciò con cui vi divertirete di più: potrete acquistare gadget e adesivi per renderlo davvero vostro, esponendo capi di vestiario o magari le armi preferite, consci che gli altri giocatori potranno vederlo e apprezzarlo.

Sono state introdotte anche delle pose di vittoria personalizzabili: alla fine di ogni partita, ciascun membro del team vincitore esegue la divertente posa scelta dal giocatore, che può anche essere influenzata dall’arma che avete deciso di brandire.

Rispetto al passato, insomma, la personalizzazione è molto più approfondita e sfaccettata, il che rende Splatoon 3 più al passo con i tempi e attento alla voglia di esprimersi dei videogiocatori.

È possibile personalizzare anche la posa con cui si celebra una vittoria

Il nuovo sistema di lobby

Il gioco vanta anche una lobby tutta nuova, dove è possibile attendere il prossimo match. Si tratta di una stanza dove, oltre a raggiungere l’ascensore da cui si accede al matchmaking, è possibile anche acquistare con moneta in-game piccoli potenziamenti (come dei cibi che vi rendono momentaneamente più veloci), o delle palline-premio con all’interno ricompense da usare per personalizzare il proprio avatar.

Una volta scelta la modalità da giocare, mentre il matchmaking mette insieme la partita, è possibile continuare a gironzolare nella lobby e allenarsi con alcuni bersagli provando le proprie armi. Si può anche esplorare lo spogliatoio per vedere il proprio armadietto e quello degli altri giocatori.

Si tratta, quindi, di una lobby molto più vivace che in passato, che rende attiva l’attesa per il matchmaking, permettendovi di scorrazzare e allenarvi finché la formazione delle squadre non è completa.

Ora potete scorrazzare per la lobby e allenarvi in attesa del prossimo match

I nuovi Splatfest

Anche gli Splatfest sono stati completamente rinnovati rispetto al passato: dividendo i giocatori in tre squadre – ne scegliete una all’inizio del festival – sono ora strutturati in due fasi.

Durante la prima ci si affronta in modalità 4v4, dove le classiche due squadre si danno battaglia. Nel secondo giorno, con l’inizio della fase finale, si aprono invece le porte degli attacchi tricolore, che coinvolgono addirittura tre squadre.

Ne parleremo più approfonditamente nel paragrafo dedicato.


Splattanza

Splattanza è un mini-gioco che vi permette di intrattenervi con qualcosa di diverso, tra una battaglia a colpi di inchiostro e l’altra. Si tratta di un gioco da tavolo che vi richiede di collezionare delle carte: ciascuna di queste rappresenta l’inchiostro che potrete sparare sulla schiacchiera, nel tentativo di conquistare più territorio rispetto al vostro avversario.

Consiste, in pratica, in una versione con carte della Mischia Mollusca, in cui lo scopo finale è quello di colorare più aree rispetto al nemico, carte permettendo.

Un pacchetto di carte di Splattanza

I nuovi Idol

Non ci sarebbe uno Splatoon inedito senza dei nuovi Idol e anche Splatoon 3 non fa eccezione.

nuovi Idol di Splatoon 3, che vi introducono alle modalità e alle mappe ogni volta che accedete a Splatville, sono tre e compongono il gruppo Trio Triglio. Si tratta di PinnucciaMorenaMantaleo.

I tre conducono lo Splatcast Anarchia, il programma dell’emittente all’interno del gioco, informando Inkling e Octoling su tutte le ultime novità.

È anche possibile ascoltare lo Splatcast e giocare mentre le notizie vengono esposte dal Trio Triglio: in questo caso, le comunicazioni vengono mostrate con un sottotitolo e non si è costretti a stare fermi nella schermata della trasmissione.

Il Trio Triglio introduce alle novità del gioco e ai risultati degli Splatfest

Gli Splatfest di Splatoon 3

Come sono strutturati e come funzionano gli Splatfest

Gli Splatfest di Splatoon 3 sono molto diversi rispetto a quelli che abbiamo vissuto nei giochi precedenti. Ora, infatti, i festival permettono di scegliere tra tre diversi schieramenti. Una volta fatta la propria scelta, si ottiene una maglietta che rappresenta il team (che rimane vostra fino alla fine del festival) e si conquistano punti per la propria squadra durante le sfide.

L’aspetto più interessante è che ora gli Splatfest sono divisi in due diverse fasi: la prima è quella in cui tutte e tre le squadre si danno battaglia nelle classiche sfide della Mischia Mollusca (4v4) dove una affronta l’altra, con quindi al massimo due schieramenti in campo.

Superata questa fase, la squadra delle tre che risulta in vantaggio in termini di punteggi dovrà cercare di difendersi dagli assalti delle altre due negli attacchi tricolore, che animano la parte conclusiva del festival e vedono per la prima volta 3 squadre fronteggiarsi lungo le mappe.

Le vostre vittorie fanno ottenere punti alla squadra che avete scelto di rappresentare nello Splatfest

Cosa sono gli attacchi tricolore

Avete letto bene: il caos e l’adrenalina regnano sovrani, quando sono 3 squadre contemporaneamente a sfidarsi nelle arene di Splatoon 3.

La formazione che nella prima metà del festival ha ottenuto i punteggi migliori vede 4 giocatori cominciare al centro dello scenario, mentre 2 membri di ciascuno dei rimanenti team proveranno ad avere la meglio su di loro, conquistando punti per il loro schieramento.

Inoltre, lungo lo scenario è presente l’ultrasegnale che, se attivato, aiuterà a colorare la mappa con il suo inchiostro, facendovi schizzare in vantaggio. Va da sé, in sintesi, che gli attacchi tricolore sono il fiore all’occhiello dei nuovi Splatfest, con le classifiche della prima metà del festival che potrebbero ribaltarsi nelle sfide a 3 squadre.

Gli attacchi tricolore coinvolgono tutte e tre le squadre e si tengono nella seconda metà dello Splatfest

Gli appuntamenti

Al momento si è tenuto uno Splatfest di prova prima del lancio di Splatoon 3, mentre il primo ufficiale si è svolto nel weekend del 24 e del 25 settembre. È stato fissato un nuovo Splatfesa tema Pokémon, che si terrà dal 12 al 14 novembre.

Sappiamo che Nintendo supporterà Splatoon 3 con nuovi festival, ma non sappiamo ancora quale sarà la data del prossimo appuntamento. Di seguito, intanto, quelli passati o già noti:

  • 27 agosto – Splatfest pre-lancio
  • 24-25 settembre – Splatfest: cosa porteresti su un’isola deserta?
  • 12-14 novembre: Splatfest: Splatoon x Pokémon: team Erba, team fuoco o Team Acqua?

Rimaniamo quindi in attesa di ulteriori aggiornamenti da Nintendo per tutti i futuri appuntamenti.

Il prossimo Splatfest sarà a tema Pokémon

L’enciclopedia di Splatoon 3

Le modalità

All’interno di Splatoon 3 è possibile giocare diverse modalità e non solo le partite online che abbiamo citato spesso nei paragrafi precedenti. Le passiamo in rassegna di seguito, per aiutare gli aspiranti Inkling a orientarsi nell’offerta ludica del gioco.

La campagna

Si tratta della modalità Storia, che vi permette di scoprire le vicende della nuova regione di Splattonia e di prendere confidenza mano a mano con tutte le meccaniche di gameplay.

Ha alcune interessanti proposte platform nelle sfide da affrontare nei diversi livelli, come vi abbiamo raccontato nella nostra recensione, e al suo completamento avete la possibilità di ottenere equipaggiamenti speciali da sfoggiare anche nelle altre modalità.


Le sfide online

Parliamo, ovviamente, del cuore pulsante di Splatoon 3. Le modalità online sono numerose e si dividono tra partite amichevolipartite anarchiche, che potremmo considerare come le tradizionali “classificate”. Nello specifico, sono così suddivise:

  • Mischia Mollusca (partita amichevole): due squadre si affrontano per colorare quanto più terreno possibile all’interno della mappa. Vince chi ne ha colorato di più.
  • Partite Anarchiche: sono le classificate. Si possono affrontare come aperte – ossia una singola partita, che influenza il vostro punteggio e il vostro rango – o come serie, al meglio delle cinque. Le tipologie di partita, proposte a rotazione, sono:
    • Zona splat: le due squadre devono conquistare dei punti predefiniti della mappa e difenderli;
    • Torre mobile: le due squadre si sfidano per scortare una torre mobile fino al punto di arrivo. Vince chi la porta a destinazione o ci si avvicina di più;
    • Bazookarp: le due squadre devono impadronirsi del Bazookarp e scortarlo fino alla meta, ma il giocatore che lo porta non può usare le sue armi (anche se può sferrare un potente colpo con il Bazookarp) e ha bisogno della protezione dei compagni;
    • Vongol gol: immaginate il basket, ma con delle vongole da lanciare a canestro mentre gli avversari provano a impedirlo a colpi di inchiostro. Vince chi fa più punti.
Le Partite Anarchiche si sbloccano dal livello 10 in poi

Salmon Run

Torna in Splatoon 3 anche la modalità Salmon Run, molto amata nelle uscite precedenti.

Si tratta di una modalità di gioco cooperativo in cui i salmonoidi invadono la mappa a ondate ed è necessario eliminarli di missione in missione, affrontando anche dei titanici boss.


Splattanza

Splattanza è un mini-gioco di carte collezionabili che vede due giocatori affrontarsi per contendersi la verniciatura di una scacchiera. Ogni carta rappresenta una macchia di inchiostro, vince chi riesce a colorare di più la mappa della partita.


Le armi

I giocatori di Splatoon 3 possono mettere le mani su un vero e proprio arsenale di armi tra cui scegliere, con ciascuna tipologia che offre un particolare approccio alle meccaniche di gioco. Giocare brandendo una mitraglietta o brandendo un rullo verniciatore richiede un approccio diverso e tutti gli Inkling (o Octoling, chiaramente) possono sbizzarrirsi per trovare quello a loro più congeniale.

Ricordate che ogni arma si accompagna a un’arma speciale che la affianca, pensata dagli sviluppatori come compagna perfetta: chi utilizza il rullo di vernice, ad esempio, ha come arma speciale uno scudo temporaneo che lo rende immune se si piazza dentro una circonferenza che va riducendosi. Questo gli permette di uccidere i nemici lanciando lontano la vernice e rimanendo protetto dallo scudo per qualche secondo.

Inoltre, le armi – come gli equipaggiamenti – sviluppano delle abilità extra via via che accumulate esperienza: queste sono casuali, ma c’è la possibilità di modificare le abilità e riassegnare gli slot facendo visita a Echino, che sta seduto nei pressi dell’ingresso della lobby (lo riconoscete per i jeans e la camicia rossa).

L'arma scelta cambia completamente l'approccio alla battaglia

Le armi di Splatoon 3

Nintendo ha incluso nel gioco tutte le armi base dei giochi precedenti, aggiungendo anche i Calamarchi (archi con cui attaccare gli avversari) e le Lame, forti dalla breve e dalla lunga distanza, per chi non teme l’approccio diretto con il nemico.

Le armi vengono sbloccate via via che si sale di livello ed è possibile acquistarle nell’apposito negozio, spendendo dei coupon ottenibili giocando.

Tra le novità ci sono anche delle armi speciali del tutto inedite, tra cui:

  • Rinfrigorente: una torretta con quattro bibite di supporto che permettono di ottenere benefici temporanei, come la velocità aumentata;
  • Sonar esplosivo: scatena degli attacchi a onde circolari e rileva gli avversari;
  • Motosqualo: letteralmente una moto d’acqua a forma di squalo che investe i vostri nemici, guidata da voi;
  • Granchio armato: un carro armato, ma a forma di granchio!

Inoltre, a ogni arma si affianca un’arma di supporto: si va dalle appiccibombe che si attaccano ovunque prima di esplodere, fino alle bombe splash, che sparano a una discreta distanza il loro inchiostro alla deflagrazione. Sono, insomma, l’interpretazione in stile Splatoon delle granate.

Di seguito, una tabella riassuntiva delle armi incluse fino a ora nel gioco, con le rispettive secondarie e speciali:

 
Arma principale Secondaria Speciale
 Splatter a carica  Bomba splash Vampinchiostro
 Calamaravaggio  Bomba splash  Tintofono 5.1
 Splatter con mirino  Bomba splash  Vampinchiostro
 Secchiostro  Bomba splash  Triplo Tornado
 Sweeper duplo  Bomba splash  Sonar esplosivo
 Splasher  Appiccibomba  Ultraturbinator
 N-ZAP85  Appiccibomba  Rinfrigorente
 Tinturicchio  Appiccibomba  Molluscatto
 Repolper Duplo  Appiccibomba  Granchio armato
 Splatling a tanica  Spruzzatore  Sonar esplosivo
 Sparasole  Spruzzatore  Triplo Tornado
 Aerografo  Bomba a gassosa  Motosqualo
 Marker  Bomba curling  Mega timbro
 Rullo splat  Bomba curling  Gran bolla scudo
 ARCO-RAL 450  Bomba curling  Lanciarazzi
 Blaster  Robo-bomba  Gran bolla scudo
 Rullo di carbonio  Robo-bomba  Molluscatto
 Kalamarapid alpha  Cimice  Gran bolla scudo
 Blaster rapido  Mina  Triplo Tornado
 Secchiostro triplo  Nebbia tossica  Jet Splat
 Tri-calamarco  Nebbia tossica  Tintofono 5.1
 Splasher élite  Sparalinee  Granchio armato
 Tergilama  Torpedinatore  Mega timbro
 Blaster a distanza  Appiccibomba  Sonar esplosivo
 Calibro 2000  Muro di colore  Tintofono 5.1
 Mini splatling  Granata  Mega timbro
 Rullo Dinamo  Spruzzatore  Rinfrigorente
 Blaster Lunar  Bomba splash  Molluscatto
 Triplete compatto  Bomba curling  Granchio armato
 Secchiostro centrifuga  Bomba a gassosa  Granbotto
 Ripolpella duplo  Trasferitore  Rinfrigorente
 Splattalama  Granata  Molluscatto
 Sweeper  Sparalinee  Vampinchiostro
 Marker d’assalto  Granata  Granchio armato
 Sparatenda  Trasferitore  Vampinchiostro
 Calibro 3000  Spruzzatore  Vampinchiostro
 Moscarpino duplo nero  Robo-bomba  Motosqualo
 Tinter a carica 4K  Mina  Sonar esplosivo
 Bombrello  Mina  Motosqualo
 Secchiostro vasca  Spruzzatore  Pioggia di colore
 Strizzer  Muro di colore  Ultraturbinator
 Idrante  Robo-bomba  Granbotto
 Flexi-rullo  Mina  Lanciarazzi
 Kelvin duplo 525  Muro di colore  Granbotto
 Blaster da mischia  Bomba splash  Ultraturbinator
 Bimbamboom 14-1  Robo-bomba  Tintofono 5-1
 Triplete  Cimice  Rinfrigorente
 Tintubator  Torpedinatore  Lanciarazzi
 Blaster élite  Nebbia tossica  Vampinchiostro
 Tinter con mirino 4K  Mina  Sonar esplosivo
 Nautilus 47  Cimice  Pioggia di colore
 Termosecchiostro  Cimice  Pioggia di colore
 Tetrapenna  Bomba a gassosa  Jet Splat

 

Come migliorare le armi in Splatoon 3

Via via che accumulerete punti esperienza e salirete di livello, le vostre armi (e i vostri accessori) otterranno nuove abilità. Tuttavia, accumulando dei frammenti di abilità durante le vostre partite, potete raggiungere Echino (è seduto nella gradinata all’ingresso della lobby) e modificare a vostro piacimento alcuni aspetti dell’arsenale.

Questo personaggio vi permette, ad esempio, di aumentare la mitilicità della vostra arma, sbloccando ulteriori slot per le abilità di supporto. Se, tuttavia, queste abilità (che si acquisiscono casualmente) non sono di vostro gradimento, potete liberare lo slot e sostituirle rivolgendovi ai servizi di Echino.

È un ottimo modo per mettere insieme l’arma ideale per le vostre necessità, scegliendo manualmente l’abilità che meglio si sposa al vostro stile di gioco.

Ricordate sempre, poi, che potete acquistare nell’apposito negozio anche delle nuove armi, se volete provare qualcosa di diverso: il catalogo si aggiorna a seconda del livello che avete raggiunto.


Le mappe

All’interno di Splatoon 3 sono presenti alcune nuove mappediversi apprezzati ritorni dai giochi precedenti.

In questo momento, è possibile giocare un totale di 12 mappe, così suddivise:

 
Mappa Disponibile da Gioco di debutto
 Grank Canyon  lancio  Splatoon 3
 Sobborgo Siluriano  lancio  Splatoon 3
 Mercato Fruttato  lancio  Splatoon 3
 Cisterna Cernia  lancio  Splatoon 3
 Discarica Tritatutto  lancio  Splatoon 3
 Ponte sgombro  lancio  Splatoon
 Museo di Cefalò  lancio  Splatoon
 Villanguilla  lancio  Splatoon
 Campus Hippocampus  lancio  Splatoon 2
 Cantiere Pinnenere  lancio  Splatoon 2
 Mercatotano  lancio  Splatoon 2
 Soglioland  lancio  Splatoon 2
Le mappe di lancio di Splatoon 3

Le mappe inedite di Splatoon 3 sono costruite per favorire una maggiore verticalità, in modo da sfruttare gli attacchi dall’alto e da poter approfittare della nuova abilità impinnata per scalare rapidamente le pareti verniciate.

Inoltre, diverse mappe presentano degli elementi dinamici di cui tenere conto durante le sfide: in Villanguilla, ad esempio, il livello dell’acqua sale e scende facendo galleggiare le piattaforme.

Attenti a dove mettete le pinne!

Splatoon 3 amiibo

Anche Splatoon 3 permette di utilizzare i propri amiibo per ottenere degli accessori e outfit speciali all’interno del gioco, da far sfoggiare al proprio personaggio.

Come si usano gli amiibo in Splatoon 3

Per utilizzare gli amiibo in vostro possesso, recatevi nella Piazza di Splatville e noterete che, nell’area principale, è presente una grossa scatola amiibo vuota. Interagite con essa: Switch vi chiederà di poggiare il vostro amiibo sul sensore NFC nello stick analogico destro della console.

A questo punto, la statuetta amiibo verrà riconosciuta e otterrete le ricompense in-game.

A Splatville vi attende una scatola di amiibo con cui interagire

Amiibo compatibili con Splatoon 3

L’11 ottobre Nintendo ha confermato ufficialmente l’arrivo degli amiibo a tema Splatoon 3 sul mercato: l’uscita è fissata per l’11 novembre 2022.

In aggiunta, potete anche utilizzare tutti gli amiibo dei giochi precedenti della saga, che vi permettono di ottenere dei bonus speciali.

Nintendo ha confermato la compatibilità di tutti quelli che vi indichiamo di seguito.

 
Amiibo Anno di uscita
 Calamaro Inkling  2015
 Ragazzo Inkling  2015
 Ragazza Inkling  2015
 Calamaro Inkling (arancione)  2016
 Ragazzo Inkling (viola)  2016
 Ragazza Inkling (verde limetta)  2016
 Marina  2017
 Stella  2017
 Calamaro Inkling  2017
 Ragazzo Inkling  2017
 Ragazza Inkling  2017
 Nori  2018
 Alga  2018
 Polpo Octoling  2018
 Ragazzo Octoling  2018
 Ragazza Octoling  2018
 Inkling  2018

Splattare tutti: i consigli top per vincere in Splatoon 3

Le migliori armi

È difficile esprimersi in assoluto in merito a quali siano le migliori armi per giocare a Splatoon 3, perché tutte permettono di avere un approccio molto diverso ai combattimenti.

A seconda del vostro stile, però, abbiamo alcuni pratici consigli da darvi.

Per chi vuole lo scontro diretto con il nemico (sparatorie)

splatoon 3 migliori armi

Se quello che vi interessa di più è ingaggiare lo scontro diretto con i nemici, puntando sulle sparatorie, le raccomandazioni sono soprattutto due: le armi d’assalto e le rivoltelle.

Le armi d’assalto come la gloriosa N-ZAP85, infatti, hanno un’ottima cadenza di fuoco che sposano a una grande precisione. Attenzione, però, perché significa che dovrete essere letali anche nel prendere la mira.

splatoon 3 migliori armi

Le rivoltelle, che permettono di attaccare con un’arma in ogni mano, hanno di solito una gittata bassa, ma una grande cadenza di fuoco. Se riuscite ad avvicinarvi abbastanza ai nemici, potete essere davvero letali, con una buona mira.

Le migliori sono senz’altro le pistole Kelvin Duplo 525, anche se potete sbloccarle solo dal livello 21.

splatoon 3 migliori armi

Se puntate allo scontro diretto con il nemico, ma volete mantenervi alla distanza come dei cecchini, occhio invece agli Splatter a carica: si tratta di fucili a ripetizione dal tiro singolo ma letale, dove conta prendere la mira con precisione, anziché sparare tanti colpi.

In questo caso, il più quotato è il Tintubator, ma avete bisogno di raggiungere almeno il livello 25 per poterlo acquistare.


Per chi vuole lo scontro diretto con il nemico (corpo a corpo)

splatoon 3 lame

Se volete lo scontro diretto ma preferite quello corpo a corpo (i cosiddetti combattimenti melee), date un’occhiata alla nuova categorie delle Lame.

Queste armi sono estremamente veloci e vantano due diverse tipologie di attacco, permettendovi di essere agili sia da vicinissimo che di proteggervi qualora un nemico stia venendo nella vostra direzione con un’arma a lungo raggio.

Potreste aver bisogno di prenderci un po’ la mano, ma sono armi che danno parecchia soddisfazione e una delle aggiunte più interessanti di Splatoon 3.


Per chi vuole soprattutto colorare la mappa

splatoon 3 armi

Se la vostra priorità non è annientare i nemici ma colorare la mappa il più possibile, per vincere in modalità come la Mischia Mollusca, una delle migliori scelte è quella dei rulli di vernice.

Ne esistono di diverse tipologie, alcuni più leggeri di altri ma che lasciano dietro di voi un po’ meno vernice: sono armi che dovete imparare a padroneggiare quando ingaggiati da un nemico, ma che vi permettono rapidamente di rendere del vostro colore enormi porzioni di mappa.

splatoon 3 armi

Tra tutti, il migliore è il Flexi-rullo: si può comprare solo dal livello 20 in su, ma è leggerissimo, vi permette di muovervi con estrema rapidità e conta sull’arma speciale dei Lanciarazzi, ottima per fare piazza pulita se qualcuno prova a ostacolarvi.

Un’altra valida opzione è quella rappresentata dai blaster: tra tutti, il Blaster a distanza (si sblocca dal livello 11) pur con una cadenza di fuoco molto bassa permette di sparare con una grande gittata e di colorare ampie porzioni di mappa, poiché i suoi missili lasciano dietro di sé la vernice per tutto il percorso che li separa dal bersaglio.


Consigli utili per splattare tutti

Ora che abbiamo passato in rassegna le caratteristiche di Splatoon 3, vogliamo elencare alcuni pratici consigli, soprattutto per principianti ma anche per veterani, che renderanno più facili le vostre battaglie a Splattonia.

Trovate il vostro stile di combattimento

Come abbiamo visto, Splatoon 3 abbonda di armi e potrebbe sembrare difficile trovare quella ideale per divertirsi. Niente paura, però, perché c’è una caratteristica chiave che il gioco vi mette a disposizione: potete provare le armi senza doverle comprare.

Andando presso il negozio di armi a Splatville, infatti, potete premere il tasto Y per accedere al poligono e provare qualsiasi arma senza doverla prima acquistare. Questo vi permetterà di capire se possa essere la bocca di fuoco (anzi, di vernice) ideale per il vostro stile, e potrete anche mettere alla prova le armi di supporto e quella speciale associate.

Non esitate, quindi: prima di tuffarvi nel campo di battaglia, provate tutte le armi che volete al poligono!

Non ci sono limiti alle tipologie di armi che ogni membro di un team può decidere di usare

Sfruttate il respawn a vostro vantaggio

Quando si viene uccisi durante una partita, è necessario attendere qualche secondo prima di poter tornare in gioco. Usate questo a vostro vantaggio: con i tasti direzionali e la mappa aperta mentre attendete il respawn, indicate al gioco di voler essere catapultati non nella base della vostra squadra, ma magari vicino a un compagno che si trova già in avanscoperta.

Questo impedisce ai vostri avversari di provare a chiudervi nella base, se state subendo un attacco, e romperà le loro linee di difesa: se siete sotto pressione, saranno costretti a retrocedere appena si renderanno conto che avete trovato una breccia e state colorando il terreno alle loro spalle!


Ricordatevi di colorare la mappa

Sembra un consiglio superfluo, ma non lo è: presi dalla frenesia dell’azione, molti si dimenticano di colorare la mappa. In Mischia Mollusca questo corrisponde a un vero e proprio suicidio, dal momento che si vince colorando le porzioni di terreno, ma non solo: è anche uno svantaggio tattico.

Ricordatevi che il vostro personaggio può muoversi velocemente e rimanere nascosto quando nuota nell’inchiostro della sua squadra. Di contro, mettere i piedi e i tentacoli nell’inchiostro nemico rallenta e danneggia. È evidente che verniciare quante più porzioni di terreno possibile vi permetta di muovervi rapidamente e di impedire ai vostri nemici di fare lo stesso, a meno di non vederli inchiostrare sopra il vostro colore.

Sfruttate il vantaggio strategico e verniciate il più possibile!

Colorare ampie porzioni di mappa significa potersi spostare più velocemente

Non usate l’arma speciale appena la caricate

Una volta che avete ottenuto abbastanza punti durante una partita, il gioco vi segnala che potete usare la vostra arma speciale premendo il tasto R. Ma attenzione: non fatelo subito! Spesso, infatti, usarla con il giusto tempismo potrebbe salvarvi la vita.

Se, ad esempio, la vostra speciale vi protegge dai colpi nemici, aspettate ad attivarla fino a quando qualcuno non sta ingaggiando lo scontro con voi. Allo stesso modo, se la vostra speciale è il Granchio Armato, non attivatelo se non ci sono nemici nei paraggi, o potrebbe essere già esaurito quando poi ci sarà qualcuno da affrontare.

Il tempismo è tutto: siate saggi nello sfruttare il vostro asso nella manica.

Non abbiate fretta di usare il vostro asso nella manica!

Giocate sulla verticalità

Ricordate che le mappe di Splatoon 3 sono più verticali che in passato e, se non sarete voi a sfruttare questo a vostro vantaggio, allora lo faranno i vostri nemici. Raggiungere un punto sopraelevato e lanciare una secchiata di vernice sui nemici dà non poca soddisfazione (e punti).

Inoltre, quando ci si trova più in alto dei propri avversari, è più difficile venire scovati e colpiti, perché molti giocatori tendono a concentrarsi sull’orizzontalità. Tenetene conto e sfruttate questa caratteristica per portare a casa la vittoria.

Splatoon 3: le FAQ

È adatto anche ai più giovani? L’interazione online è sicura?

Uno degli aspetti da sempre rimarcati da Nintendo in merito a questo franchise, che vale anche per Splatoon 3, è che l’ambiente online è sicuro e adatto anche per i più giovani.

Al di là dei contenuti del gioco, coloratissimi e non violenti, Splatoon 3 non presenta una chat testuale tra i giocatori durante la partita, né nella lobby mentre si attende la prossima sfida. Inoltre, durante le partite è possibile scambiare solo messaggi predefiniti con i compagni di squadra (come complimenti o inviti a farsi seguire mentre si attacca un nemico): questo evita che ci siano comunicazioni spiacevoli, bullismo o molestie di ogni sorta.

Il gioco include un sistema di condivisione di disegni che possono essere visualizzati in un piccolo fumetto che compare a Spatville sopra il proprio personaggio, ma Nintendo verifica molto severamente questi contenuti prima di mostrarli agli altri giocatori.

È possibile giocare con la chat vocale con i propri compagni di squadra, ma solo esternamente al gioco: è necessario scaricare sul proprio smartphone l’applicazione Nintendo Switch Online e sincronizzare SplatNet 3. Insomma, si interagisce usando la voce solo qualora lo si voglia e con un dispositivo esterno a Nintendo Switch: se siete genitori di giovanissimi giocatori, niente paura.

I disegni nei balloon sono gli unici messaggi integrati nel gioco

Devo aver prima giocato Splatoon 2?

Gli eventi di Splatoon 3 si svolgono cinque anni dopo quelli di Splatoon 2, ma in realtà non è necessario aver giocato il gioco precedente per poter apprezzare quello che il nuovo episodio ha da offrire.

Certo, ci sono alcune piccole chicche che chi non ha vissuto i titoli precedenti non noterebbe (come alcuni personaggi non giocanti che sono cambiati o cresciuti), ma Splatoon 3 può essere serenamente il vostro punto di ingresso nella saga.

Oltretutto, il gioco si apre con un tutorial che vi introduce a tutte le meccaniche, quindi non abbiate paura: ogni cosa viene spiegata a tempo debito anche a chi non ha mai giocato Splatoon in vita sua.


Ho bisogno di Nintendo Switch Online?

In questo caso la risposta è .

Per giocare a Splatoon 3 in multiplayer è necessario un abbonamento a Nintendo Switch Online. Quest’ultimo permette, infatti, di accedere ai servizi online della console della casa di Kyoto: senza un abbonamento, non sarebbe possibile affrontare tutte le sfide online previste dal gioco, né divertirsi con i propri amici.

Se volete approfondire come funziona e quali sono i prezzi, trovate la nostra guida a Nintendo Switch Online.