News 2 min

Traduttori di Persona ignorati nei titoli di coda: «uno sputo in faccia»

Persona 3 e 4 sono finalmente tradotti anche in italiano, ma i traduttori non compaiono nei titoli di coda delle nuove versioni dei giochi.

Dopo tanto tempo dalla loro uscita, Persona 3 e 4 sono stati tradotti in molte lingue incluso l’italiano… ma i traduttori non compaiono nei titoli di coda dei nuovi giochi.

Una decisione che SEGA ed Atlus hanno preso anche grazie al successo di Persona 5 Royal, il primo della serie ad essere stato tradotto in molte lingue europee in ognuna delle sue versioni (che trovate su Amazon).

I due capitoli, ovviamente antecedenti all’ultimo JRPG diventato un culto, sono tornati di recente in due versioni inedite, per la prima volta anche su Xbox Game Pass, proprio con le nuove traduzioni.

Un lavoro encomiabile anche per via della mole di contenuto da tradurre, come ogni buon gioco del genere che si rispetti, ma che non è stato omaggiato nel modo giusto.

Una storia che riporta PC Gamer, quella degli sviluppatori e lavoratori del mondo dei videogiochi a cui non viene riconosciuto il lavoro, e che ciclicamente si ripete a quanto pare (era successo con The Callisto Protocol di recente, lo ricorderete).

A quanto pare solo i membri senior dello staff di Keywords, la società che ha gestito la localizzazione, sono stati menzionati per nome. Il lavoro, però, è stato svolto da molti più membri.

La questione è stata sollevata per la prima volta dalle traduttrici Tamara Morales Gomez e Katrina Leonoudakis, traduttrici che hanno lavorato proprio ai nuovi porting di Persona 3 e Persona 4 prima di lasciare SEGA, che su Twitter ha ribadito come sia fondamentale che tutti i professionisti della traduzione vengano accreditati per il proprio lavoro.

Nonostante l’azienda Keywords sia stata menzionata in generale ovviamente, non vedere accreditato il proprio nome dopo anni ed anni del proprio lavoro in un singolo progetto è un danno importante per un professionista.

Considerato quanto è stata richiesta, da decenni, la localizzazione di videogiochi come questi è triste non poter almeno fregiarsi di tale lavoro.

Anche perché Persona 3 e Persona 4 si sono rivelati ancora una volta dei videogiochi pregiati, e ancora più godibili sicuramente con le traduzioni, come potete constatare nelle nostre recensioni (rispettivamente qui e qui).