News 2 min

Return to Monkey Island, forti critiche dai fan: Ron Gilbert risponde “triste”

Lo stile grafico di Return to Monkey Island è già stato oggetto di forti critiche dai fan storici.

Lo scorso mese è arrivato un annuncio che ha entusiasmato gli appassionati delle avventure grafiche: Return to Monkey Island è realtà e proseguirà la leggendaria serie ideata da Lucasfilm Games.

Il nuovo capitolo della storica saga Monkey Island (potete trovare tanti prodotti a tema su Amazon) sarà nuovamente curato da Ron Gilbert, lo storico autore delle avventure di Guybrush Threepwood, che ritroveremo insieme a tanti altri personaggi.

Si tratta dunque di un ritorno nostalgico, ma allo stesso tempo moderno e accessibile a tutti, testimoniato anche dal nuovo stile grafico che l’autore ha confermato sarà rappresentativo di ciò che vedremo nel prodotto finale.

Proprio la componente grafica di Return to Monkey Island sembra aver spaccato in due la community, con molti fan storici che non avrebbero approvato il cambio di rotta e che temono in un titolo che possa «rovinare» quanto fatto dai primi amatissimi capitoli.

L’argomento è stato affrontato dallo stesso Ron Gilbert nel suo ultimo post sul blog ufficiale (via VGC), dove ha ribadito che i fan non dovrebbero avere motivo di preoccuparsi, dato che è stata una sua decisione quella di adottare questa nuova veste grafica:

«Return to Monkey Island potrebbe non avere lo stile grafico che volevate o che vi stavate aspettando, ma è quello che volevo».

Gilbert ha anche parlato delle feroci critiche arrivate dai fan più appassionati al brand, per le quali non ha nascosto una certa delusione, dato che si aspettava un’accoglienza migliore:

«È ironico che coloro che non vogliono che realizzi il gioco che voglio creare sono alcuni dei fan più hardcore di Monkey Island.

Ed è proprio questo che mi ha reso triste per i commenti ricevuti».

Il creatore di Return to Monkey Island ha anche elogiato Rex Crowle, l’artista che in precedenza ha lavorato anche a giochi come LittleBigPlanet e Tearaway, per il lavoro svolto con lo stile grafico, insieme naturalmente al resto della squadra che sta lavorando a questo storico ritorno.

Vedremo se le parole di Ron Gilbert basteranno per convincere i fan, che in ogni caso dovranno avere ancora un po’ di pazienza per poterlo testare con mano.

Al momento non è stata infatti comunicata una data d’uscita ufficiale, ma è stato svelato che il titolo sarà disponibile entro la fine dell’anno.

Curiosamente, l’annuncio era arrivato come fosse uno scherzo del Primo d’Aprile, salvo poi essersi rivelato esatto solo pochi giorni più avanti.