News 2 min

Resident Evil Village potrebbe uscire più tardi del previsto

Ecco la possibile finestra di lancio del nuovo capitolo

Capcom ci ha abituato a lanci di nuovi capitoli di Resident Evil a ridosso dell’inizio dell’anno, ma Resident Evil Village potrebbe costituire un’eccezione.

Come rivelato dall’insider Dusk Golem, la software house giapponese potrebbe avere bisogno di più tempo per completare il progetto, il primo in esclusiva next-gen, e lanciarlo.

Presumibilmente, sulle tempistiche potrebbe aver inciso il lungo lockdown cui è stato sottoposto il Giappone, come il resto del mondo, a causa del COVID-19.

«Sembra più che sarà una release del Q2 in questo momento», ha osservato l’affidabile insider, riferendosi con Q2 al trimestre che va da aprile a giugno.

«Ma fatemi dire questo ora, non hanno ancora stabilito al 100% una data», è stata la sua chiusura sull’argomento.

Aprile è stato il mese di Resident Evil 3, ma gli altri titoli recenti della saga non sono mai usciti così tardi.

Resident Evil 7 ha avuto il suo day one a gennaio e lo stesso dicasi per Resident Evil 2, per cui parrebbe quella la finestra di lancio ideale per Capcom.

Tuttavia, tra coronavirus e annualizzazione del franchise, è possibile che lo studio abbia intenzione di sfruttare quanti più mesi possibile per garantirsi un lavoro svolto bene e il campo sgombro da altre tripla-A.

Allo stato attuale, i lavori su Resident Evil Village sarebbero al 60%, per cui parrebbe in effetti difficile un’uscita programmata per l’inizio del 2021.

Non avete ancora giocato l’ultimo capitolo della serie principale del survival horror Capcom? Qui potete recuperare Resident Evil 7 aspettando Village