News 2 min

PS5, Xbox Series X: quando finirà la crisi dei semiconduttori? Parla AMD

Se ne riparla nella seconda metà del 2022

Al momento attuale, mettere le mani su una console next-gen, PS5 o Xbox Series X che sia, non è un’impresa da poco, e pare che rimarrà tale ancora per un bel po’.

Se l’ammiraglia di Sony è molto ricercata anche per la possibilità di giocare a titoli quali Returnal o il più recente Deathloop, lo stesso si può dire di quella di Microsoft, forte di un catalogo di titoli invidiabile proposto tramite Xbox Game Pass.

A porre un rimedio (molto temporaneo) al problema ci ha pensato proprio Microsoft, che è riuscita a donare una PS5 (avete capito bene) al protagonista del nuovo titolo di Arkane in tempi record.

Ma è proprio per bocca di Microsoft che arrivano ulteriori brutte notizie, le quali lasciano intravedere un panorama poco rassicurante anche per il 2022.

A rincarare la dose ci ha pensato un intervento di Lisa Su, CEO di AMD, arrivato tramite un report del network statunitense CNN.

Presidente di AMD dal 2014, Lisa Su è tornata ancora una volta a parlare della crisi dei semiconduttori e del periodo in cui ritiene possibile che possa attenuarsi (ma non risolversi definitivamente).

Come riportato anche da GameRant, si tratta della seconda metà del 2022, entro la quale la carenza dovrebbe farsi «meno grave», mentre per quanto riguarda i primi sei mesi del prossimo anno le cose rimarranno più o meno invariate.

Su ha tentato di rassicurare l’utenza ricordando che in passato AMD si è già trovata a dover affrontare «alti e bassi», seppur non così gravi, e che anche stavolta farà del suo meglio per gestire la situazione.

Secondo il CEO di AMD i miglioramenti arriveranno in modo graduale e, anche grazie alla costruzione di nuovi impianti, la produzione aumenterà nettamente rispetto ad ora.

Le parole di Lisa Su ricordano quelle di Jensen Huang, CEO di Nvidia, che alla fine di agosto si era detto convinto che il problema della carenza di semiconduttori sarebbe nettamente migliorato nel 2022.

La stessa AMD aveva affrontato il problema durante l’estate, ancora una volta per bocca di Lisa Su, dove era già spuntato un primo accenno al 2022.

Nonostante sia introvabile, nel Regno Unito PS5 ha appena battuto un nuovo record finora detenuto con orgoglio da PS4.

Intanto l’ammiraglia Sony si prepara a ricevere nuovi aggiornamenti: il platform owner ha una serie di «idee fantastiche» da lanciare su PS5 nel prossimo futuro.

Se possedete una PS5 ma siete stanchi del DualSense bianco potete acquistarne uno nero al prezzo proposto da Amazon.