News 2 min

Portare un gioco su Xbox Game Pass può essere davvero molto costoso

Quanto è disposta a spendere Microsoft per aggiungere un gioco all’interno del catalogo Game Pass? Abbiamo una risposta soddisfacente.

L’offerta relativa ai giochi gratis che vengono inclusi nel catalogo di Xbox Game Pass diventa sempre più ricca, giorno dopo giorno, sebbene ora sono arrivati interessanti dettagli circa le modalità di inclusione, soprattutto per quanto riguarda i costi.

Gli utenti del servizio in abbonamento (che trovate a ottimo prezzo su Amazon) continuano infatti a ricevere giochi a cadenza regolare, senza troppe preoccupazioni.

Solo oggi, infatti, il servizio ha aggiunto due nuovi giochi gratis di un certo spessore, tra cui anche Battlefield 2042 (che poco non è).

La domanda, come riportato anche da Xboxygen è una soltanto: quanto è disposta a spendere Microsoft per aggiungere un gioco all’interno del catalogo Game Pass? Abbiamo una risposta.

Microsoft sta ovviamente mantenendo segrete le partnership con editori e sviluppatori, ma a quanto pare ora abbiamo una fascia di prezzo per gli accordi presi.

Per attirare sempre più abbonati, Xbox Game Pass deve proporre un’offerta varia e di qualità. Dai giochi indie alle grandi produzioni Tripla A, i titoli del catalogo devono interessare il maggior numero di persone possibile.

Solo negli ultimi mesi, abbiamo avuto A Plague Tale Requiem, Norco, Pentiment, Somerville e persino Battlefield 2042 per gli abbonati Ultimate.

Ora, possiamo farci un’idea delle somme investite dalla Casa di Redmond grazie a Ben Favreau, Senior Content Planner per Xbox Game Pass.

Il professionista – incaricato di pianificare l’arrivo dei giochi nel catalogo – ha rivelato diversi elementi piuttosto interessanti del suo lavoro, affermando anche di aver sostenuto progetti sviluppati internamente come Forza Horizon 5, Forza Motorsport, Halo Infinite, Perfect Dark e molti altri non ancora annunciati.

Il fulcro è però un altro: secondo Favreau, gli accordi tra Microsoft e i suoi partner partono da meno di 1 milione di dollari, arrivando a superare i 100 milioni. Insomma, non proprio bruscoli, a dirla tutta.

Naturalmente non sono stati menzionati specifici giochi, ma è facile immaginare che ottenere un gioco come Battlefield 2042 nell’Xbox Game Pass Ultimate sia costato un bel po’ di soldi, proprio come fece un altro big come Red Dead Redemption 2 a suo tempo.

Le sorprese del servizio in abbonamento di casa Microsoft per la seconda metà di novembre non sono comunque ancora terminate: i nuovi giochi gratis saranno infatti già disponibili dal 29 novembre.

Ma non solo: gli utenti iscritti al servizio in abbonamento potranno presto godersi dall’8 dicembre un nuovo interessante gioco di ruolo in perfetto stile Super Nintendo.