News 2 min

Pokémon Go si “dimentica” che siamo ancora in pandemia e i giocatori insorgono

Niantic ha aggiornato Pokémon Go con delle novità che non sono per niente piaciute ai giocatori, viste le condizioni sanitarie.

I recenti aggiornamenti di Pokémon Go non hanno messo tutti d’accordo. O, sicuramente, non hanno messo d’accordo tutti gli appassionati più instancabili del gioco in realtà aumentata firmato da Niantic.

Vero e proprio fenomeno dell’estate 2016, il gioco vi permette di andare a caccia di Pokémon nella vostra città sullo smartphone, tracciando i vostri movimenti, ma come è lecito immaginare non è andato molto d’accordo con la pandemia e la quarantena.

Per questo motivo, Niantic aveva modificato alcuni aspetti, facendo in modo che i giocatori non fossero costretti a compiere spostamenti significativi per trovare i Pokémon o raggiungere le palestre per sfidarsi.

Cambiamenti che, con l’ultimo aggiornamento andato live, sono stati revocati, come se la pandemia fosse finita. Cosa che, purtroppo, invece non è ancora successa.

Pokémon Go fu un vero fenomeno nel 2016

La notizia arriva in un periodo ricco di novità e chiacchiere che circondano Pokémon Go: pensiamo al fatto che il gioco abbia deciso di rinnovarsi per il suo quinto compleanno, oltre alle tante modifiche integrate proprio con l’update di agosto, di cui vi abbiamo parlato nella nostra notizia.

Come testimoniato dal sito specializzato Kotaku, però, la misura che cancella le modifiche che erano state apportate per permettere di giocare anche in modo più sedentario ha fatto letteralmente inferocire i giocatori.

Sui social e su Reddit sono presenti molte testimonianze delle reazioni degli appassionati, che ritengono poco sicura la scelta di Niantic, rea di non aver ascoltato il loro feedback prima del lancio di questo aggiornamento.

Oltretutto, anche i giocatori con disabilità stanno guardando con molto scetticismo la novità (che è in realtà un ritorno alle origini): grazie alle distanze in-game che erano state modificate per via del COVID-19, infatti, anche chi aveva limitate capacità motorie poteva divertirsi, mentre ora viene messo in difficoltà dalle richieste del gioco di spostamenti più sostanziali per riuscire nella caccia ai Pokémon.

https://www.youtube.com/watch?v=8DnZhRJSxUg&ab_channel=SpazioGames.it

 

È anche il caso di Shadowbox22, un utente che ha raccontato su Reddit la sua esperienza su Pokémon Go da giocatore con disabilità, che spera che Niantic possa ripensarci e annullare l’ultima modifica.

Il malcontento è montato a tal punto che qualcuno ha pensato di aprire una petizione per far prendere coscienza a Niantic della posizione del giocatori: al momento quest’ultima conta circa 142.000 firme, rispetto all’obiettivo che si era posta di 150.000.

Vedremo se e come lo sviluppatore deciderà di prendere atto di questa reazione da parte della community, mentre si è anche impegnato a cercare di evitare i cheater e ad elargire senza troppi dubbi molti ban – anche se sta affrontando diversi fastidiosi casi di falsi positivi.

Il franchise Pokémon intanto si consola con il lancio di Pokémon Unite che, nonostante un sistema di monetizzazione da mettere alla prova nel lungo periodo, è riuscito a convincere il nostro Valentino, come vi ha spiegato nella recensione dedicata.

Se volete uno smartphone affidabile su cui giocare Pokémon Go, che ne dite di dare un’occhiata alle offerte su Amazon?