News 1 min

PlayStation Plus banna i furbetti della Collection da PS5 a PS4

Provvedimenti contro gli utenti che sfruttano il workaround per scopo di lucro

Sony ha spiccato ban nei confronti dei giocatori che hanno sfruttato un workaround che permette di usare i titoli della PlayStation Plus Collection, pensati per essere usati su PS5, su PlayStation 4.

La collection è un bonus per gli abbonati che hanno acquistato al day one una PS5 ma in tanti hanno notato che riscattando i giochi presenti al suo interno – operazione possibile soltanto su una console next-gen – è possibile ritrovarli anche su PS4.

Questo ha portato ad un fenomeno di rivendita degli account attivi su PlayStation 5 e dunque forniti di tale possibilità.

In rete, si parla di utenti PS5 che hanno di fatto “noleggiato” l’accesso al proprio account in Malesia per cifre intorno agli $8 cosicché giocatori rimasti su PlayStation 4 potessero riscattare i fantastici 20 di PlayStation Plus Collection.

Il fenomeno non è sfuggito agli occhi attenti di Sony, però, che ha spiccato ban per due mesi dal PlayStation Network.

Un fenomeno che evidentemente andava contro le policy del PSN e che pertanto, benché non esista ancora una norma specifica su PlayStation Plus Collection, ha fatto scattare il ban, per quanto non permanente.

Non è ancora chiaro se la casa giapponese abbia intenzione di realizzare una patch appositamente per bloccare i giochi della Collezione soltanto su PS5, né se sia tecnicamente possibile fare una cosa del genere.

Tuttavia, non mancano gli update in arrivo giorno dopo giorno sulla console next-gen, come quello di ieri che ha sistemato alcuni errori gravi, e non è detto che qualcosa in tal senso non possa arrivare già a breve.

Se volete tenervi pronti a possibili nuove scorte di PS5 vi raccomandiamo di tenere d’occhio la pagina della console su Amazon.