Per il futuro console più piccole e un po' meno potenti? I giocatori preferiscono di no

Un sondaggio ha discusso della possibilità di vedere, in futuro, il ritorno di console un po' meno ingombranti di quelle attuali, sacrificando la potenza.

Immagine di Per il futuro console più piccole e un po' meno potenti? I giocatori preferiscono di no
Avatar

a cura di Stefania Sperandio

Editor-in-chief

Ora che la maggior parte dei bilanci sul 2023 sono stati fatti, non rimane che guardare al futuro: un futuro che, nel 2024, ci suggerisce che l'attuale generazione di console compirà i suoi primi tre anni (e le generazioni di solito ne durano sei o sette, ndr), e anche che potremmo vedere una erede per Nintendo Switch.

Aumentando la loro potenza, con gli anni le console sono diventate senz'altro più ingombranti: se è vero che Xbox Series S è un peso piuma, Xbox Series X – per quanto compatta, nella sua particolare forma pensata per l'uso verticale – ha comunque bisogno dei suoi spazi. E non scomodiamo nemmeno PS5, così titanica che in non pochi hanno dovuto ingegnarsi per capire dove sistemarla nella loro postazione – e anche il modello Slim recentemente arrivato (lo trovate su Amazon) non risolve di tutto la questione.

Per il futuro, allora, avrebbe senso auspicarsi delle console che presentino un corpo un po' più piccolo, come quelli di un po' di anni fa, accettando il compromesso di poter fare un minor salto di potenza rispetto alla generazione precedente? A quanto pare, molti giocatori preferirebbero di no.

La discussione, in questi giorni festivi, arriva dal popoloso forum di ResetEra, dove un sondaggio ha provato a proporre il quesito alla community. Dei poco meno di 500 votanti, solo l'11,8% ha affermato che preferirebbe delle console più piccole per il futuro, mentre il 78,2% non si preoccupa delle dimensioni dell'hardware, preferendo che i produttori di console si concentrino sulla potenza e le specifiche – più che su design e ingombro.

Infine, il 9,9% si è detto non interessato particolarmente né al design né alla potenza delle future console.

L'ingombro, a quanto pare, non è insomma un grosso problema per i giocatori amanti delle console, che preferiscono potersi concentrare su cosa offre, in termini di tecnologie, il passaggio da una generazione all'altra.

Certo, nell'epoca in cui si sta affermando il cloud sarà comunque interessante scoprire che design proporranno le PlayStation e le Xbox del futuro: già in questa generazione abbiamo visto diventare più abituale l'addio al lettore ottico per i giochi fisici (pensiamo a PS5 Digital, alla nuova Slim con lettore estraibili e a Xbox Series S) e rimane da capire cosa potrebbe essere diventato più o meno standard tra altri quattro o cinque anni, per immaginare come potrebbero essere concretamente le prossime console.