News 1 min

“Nintendo non è così intelligente”, altrimenti Switch sarebbe solo portatile

Il parere forte dell'analista Michael Pachter

L’analista Michael Pachter è tornato su uno dei suoi cavalli di battaglia, le continue discussioni su Nintendo e sul suo ruolo nel gaming.

Pachter non è famoso certo per il suo rapporto con la Grande N, che ha criticato apertamente nel corso degli anni per scelte come Wii U.

Stavolta, è tornato a parlarne in toni ovviamente non entusiastici nei riguardi della soluzione ibrida di Nintendo Switch.

«Non capisco davvero l’intero concept ibrido. Penso che questo fosse qualcosa che Iwata volesse fare per differenziare Switch e voleva avere una console che andasse avanti e indietro da fissa a portatile», ha spiegato l’analista a GamingBolt.

«Ma non penso che gran parte delle persone ci giochi in entrambe le modalità, direi che forse il 20% dei possessori di Switch giochi in entrambe le modalità.

E penso che gran parte dei possessori di Switch ci giochi solo in portabilità. Quindi onestamente non capisco l’intero punto dell’ibrido. A chi importa? Giocateci come portatile».

Poi la stoccata: «Nintendo non è così intelligente, quindi non sai mai cosa faranno dopo, ma penso la cosa intelligente sarebbe liberarsi della Switch fissa e avere solo la Switch Lite, liberarsi della docking station, liberarsi del gioco su TV».

Una soluzione potrebbe essere offrire «un dongle stile Fire Stick per quelli che vogliono giocarci su televisore», una soluzione curiosamente suggerita anche da Phil Spencer oggi ma per Xbox Game Pass.

Switch Lite, per conto suo, «è la più economica da fare, e potrebbero fare uno schermo molto più bello e avere una qualità produttiva superiore», e questo la renderebbe l’opzione migliore della famiglia, secondo l’analista, almeno.

Nintendo Switch ha appena celebrato quattro anni dal suo annuncio originale, forte di un successo clamoroso e inaspettata dopo il flop di Wii U.

Non avete ancora una Nintendo Switch? Potete recuperarla su Amazon al miglior prezzo!