News 2 min

Microsoft ha acquisito Bethesda

Mossa a sorpresa di Microsoft che sborsa 7.5 miliardi per portarsi a casa l'etichetta di The Elder Scrolls e Fallout

Microsoft ha annunciato di «essere entrata in un accordo» per l’acquisizione di ZeniMax Media, la compagnia che possiede Bethesda.

L’incredibile notizia è arrivata con un post pubblicato quest’oggi su Xbox Wire, il blog ufficiale della divisione gaming del gigante di Redmond, e assesta un colpo destinato a cambiare la storia del gaming quando siamo ad appena due mesi dall’uscita di Xbox Series X|S.

«Oggi è un giorno speciale, dal momento che diamo il benvenuto ad alcuni degli studi più acclamati nell’industria dei videogiochi in Xbox», ha spiegato Phil Spencer, vice presidente esecutivo al gaming di Microsoft.

«Siamo entusiasti di annunciare che Microsoft è entrata in un accordo per acquisire ZeniMax Media, la compagnia che possiede Bethesda Softworks».

Con una mossa atipica per Xbox Game Studios, che finora ha trattato studi indipendenti e non gruppi né publisher raggiungendo un totale di 15 elementi, il gigante americano dà una sterzata netta al proprio business gaming, portandosi a casa un «gruppo incredibilmente talentuoso di 2.300 persone in tutto il mondo».

L’affare è costato 7.5 miliardi di dollari in cash, tre volte la cifra sborsata per Mojang e il marchio di Minecraft.

Bethesda Softworks è attualmente composta da:

  • Bethesda Game Studios
  • id Software
  • ZeniMax Online Studios
  • Arkane Studios
  • MachineGames
  • Tango Gameworks
  • Alpha Dog
  • Roundhouse Studios

Bethesda Game Studios è diretta dal leggendario Todd Howard, alla guida di The Elder Scrolls VI e Starfield per la prossima generazione.

Non è chiaro se questi due titoli, così come gli altri di prossima produzione di Bethesda Softworks, verranno lanciati in esclusiva su macchine Microsoft o verranno tenuti multipiattaforma come accade con Minecraft.

Per ora viene menzionato il solo Starfield come in uscita per le console Xbox e PC, mentre non c’è menzione di The Elder Scrolls. 

Spencer ha comunque aggiunto che ci sono anche «molti [progetti] non annunciati» già in cantiere, mentre i «franchise iconici» di Bethesda arriveranno su Xbox Game Pass presto.

«Questi sono i team responsabili per franchise come The Elder Scrolls, Fallout, Wolfenstein, DOOM, Dishonored, Prey, Quake, Starfield, e altri ancora», ha tenuto a precisare Spencer.

Ad oggi, Deathloop di Arkane Studios e GhostWire Tokyo di Tango Gameworks hanno accordi di esclusiva a tempo su PS5. Questo vuol dire, ironia della sorte, che Microsoft lancerà due esclusive PlayStation il prossimo anno.

Recuperate subito Skyrim Special Edition per PS4 ad un prezzo stracciato se non conoscete ancora bene Bethesda