News 2 min

Microsoft, ecco una nuova acquisizione: è la seconda più grande di sempre

Nuance è costata quasi $20 miliardi in cash

Microsoft ha annunciato una nuova acquisizione, l’ennesima nel giro di pochi mesi dopo quella di Bethesda in ambito gaming.

L’acquisizione dell’intera ZeniMax Media, svelata lo scorso anno, si è conclusa soltanto a marzo e ha avuto un valore pari a 7.5 miliardi di dollari.

Non è ancora chiaro come verrà utilizzata la potenza di fuoco del publisher, sebbene sia plausibile che una parte della sua libreria finirà in esclusiva su Xbox Game Pass.

Oggi, è stato reso ufficiale l’acquisto di Nuance, una compagnia specializzata in tecnologia per la trascrizione dalla voce al testo guidata dall’IA.

Il passaggio di Nuance nei ranghi del gigante di Redmond è costato la bellezza di $19.7 miliardi, $56 per azione, un surplus di 23 dollari ad azione rispetto al prezzo di chiusura della borsa lo scorso venerdì.

La cifra, che comprende il debito netto dell’azienda, sarà pagata interamente in cash e rende questa la seconda acquisizione più onerosa nella storia di Microsoft dopo LinkedIn ($26 miliardi nel 2016).

Il fiore all’occhiello di Nuance è Dragon, una tecnologia offerta negli anni in licenza a molti servizi e applicazioni, incluso Siri di Apple.

È probabile che il platform owner di Xbox integri Dragon nel suo software esistente, come Teams, e lo renda una parte della sua suite di programmi proposti da Azure su cloud.

Tuttavia, gli analisti si aspettano che la prima conseguenza dell’acquisizione sia un focus di Microsoft sull’assistenza sanitaria, campo dove già collaborano dal 2019.

Dragon Medical One è infatti una piattaforma che viene usata per identificare la terminologia medica ed è usata da oltre mezzo milione di specialisti nel mondo, oltre che nel 77% degli ospedali americani.

Non sorprende dunque questa rinnovata energia nel campo delle acquisizioni da parte di Microsoft, con risultati che arriveranno col tempo come emerso nel ramo dei videogiochi.

Quel che è certo è che, parlando di gaming, l’intenzione sia scommettere ulteriormente sulla dimensione dei servizi che ha già avuto un’esplosione notevole.

Un altro affare in fase di discussione, evidentemente non il solo, è relativo invece alla piattaforma di chat vocale e testuale Discord, che appare però più complicato.

Potete abbonarvi a Xbox Game Pass e iniziare subito a giocare approfittando dei prezzi di Amazon