News 2 min

Lies of P sembra essere l’unica alternativa a Bloodborne 2

Un video di 12 minuti mostra Lies of P in azione, un vero Bloodborne-like.

Lies of P, il videogioco ambientato nel mondo di Pinocchio, ha dalla sua un’anima da soulslike che sembra richiamare un classico come Bloodborne.

Il gioco sviluppato da FromSoftware (che trovate su Amazon a prezzo davvero molto basso) è sicuramente uno dei titoli più importanti tra quelli apparsi nella passata generazione PlayStation.

Ecco il motivo per quale Geoff Keighley ha confermato che il gioco sarebbe stato uno dei giochi protagonisti della Opening Night Live, considerando che tutti hanno atteso con curiosità di scoprire di più su questo ambizioso progetto.

Ora che il gioco è stato confermato su Game Pass dal day-one, IGN US via GamesRadar ha pubblicato un video di 12 minuti che mostra questo Bloodborne-like in azione.

Dopo aver sorpreso la folla alla Gamescom con un altro splendido trailer di gioco, Lies of P è tornato con ancora più gameplay, questa volta per gentile concessione della redazione americana di IGN.

Grazie al video in questione possiamo dare uno sguardo più approfondito al gioco, che mostra il protagonista aggirarsi in ambienti pieni di insidie, schivando e combattendo i nemici oltre a, ovviamente, morire senza pietà.

Poco sotto, nel player dedicato, trovate il filmato di Lies of P:

L’ossatura del gioco sarà immediatamente familiare a chiunque abbia giocato a Elden Ring e, soprattutto, Bloodborne così come uno qualsiasi dei giochi alla Dark Souls usciti in questi anni.

Il movimento del personaggio principale, il sistema combattimento ed anche l’interfaccia utente sono tutti chiaramente ispirati alle opere di From, tanto che sono presenti anche i classici falò qui sotto forma di “Stargazers”.

Del resto, considerando la mai confermata Bloodborne Remastered e il fatto che Bloodborne 2 al momento pare non si farà, Lies of P sembra essere l’unica alternativa valida, sebbene l’augurio è che le qualità del gioco vadano oltre quelle di semplice “clone”.

Dalla Gamescom i fan dei soulslike hanno avuto pane per i loro denti, grazie anche a un titolo dalle atmosfere orientaleggianti chiamato Where Wind Meets.