News 2 min

Il prequel di the Witcher è stato «tagliato» e il creatore spiega perché

Declan de Barra ha rivelato che la serie The Witcher Blood Origin è stata ridotta a 4 episodi, rispetto ai 6 inizialmente annunciati.

La serie Netflix di The Witcher sarà affiancata da uno spin-off prequel ambientato diversi anni prima delle vicende di Geralt, ossia The Witcher Blood Origin.

L’eroe anche del terzo capitolo della saga di CD Projekt (che trovate anche su Amazon a prezzo davvero interessante) dovrà farsi un attimo da parte per dare spazio a tutta una serie di nuovi personaggi.

Blood Origin non sarà infatti legato alla terza stagione principale – che ha da poco ricevuto una finestra d’uscita – bensì si propone come una storia alternativa ambientata più di un secolo prima delle avventure di Geralt di Rivia.

Ora, mentre abbiamo già avuto modo di scoprire la trama e il cast della serie, è stata resa nota la motivazione circa il perché il numero di episodi di Blood Origin è stato ridotto.

Come riportato anche da Collider, in una nuova intervista rilasciata a Netflix, il creatore Declan de Barra ha rivelato che la serie racconta una storia degli elfi quando erano al loro apice, come tutte le grandi società prima della loro caduta.

L’autore ha inoltre rivelato che la durata della serie limitata è stata ridotta a 4 episodi, rispetto ai 6 inizialmente annunciati, per ottimizzare il flusso della storia.

Parlando della riduzione del numero di episodi, Declan de Barra ha spiegato che lui e il resto del team non volevano che il pubblico fosse quasi costretto ad avere un episodio in più, se non necessario.

Tutto doveva sembrare logico, giusto e naturale da un punto di vista narrativo. Tagliando quei due episodi, la resa sarà come «un pugno in faccia», in modo che non si possa mai togliere lo sguardo o si percepiscano momenti vuoti nello show.

Il risultato a cui puntano, conclude lo showrunner, sembrerà simile a quello di un film in due parti. Staremo a vedere se le aspettative verranno rispettate.

Nel cast dello show troveremo Mirren Mack nel ruolo di Merwyn, Lenny Henry nei panni di Balor, Jacob Collins nel ruolo di Eredin e Lizzie Annis in quelli di Zacaré, oltre anche a Huw Novelli nel ruolo di Callan ‘Fratello Morte’, Francesca Mills nei panni di di Meldorf, Amy Murray nel ruolo di Fenrik e Dylan Moran come Uthrok One-Nut.

Potete invece scoprire tutto sulla stagione 3 di The Witcher consultando il nostro articolo fiume. Se, invece, volete avvicinarvi alla saga letteraria, ecco il nostro articolo con tutti i consigli per leggere i libri nel giusto ordine.