Il meglio fuori casa – Novembre 2019

Natale si avvicina a grandi passi...

Rubrica
A cura di DottorKillex - 3 Dicembre 2019 - 10:00

Non abbiamo ancora fatto in tempo a digerire l’abbuffata di titoli di primo piano usciti durante lo scorso ottobre, che arriva novembre con la pancia altrettanto piena di giochi meritevoli della nostra attenzione.
Questo mese ce n’erano ben sei, e siamo così stati costretti a tagliarne due, comunque degni quantomeno di una menzione: parliamo di Mary Skelter 2 e di Raging Loop, rispettivamente un dungeon crawler in prima persona ed una visual novel.

Adesso, passiamo ai magnifici quattro!

Pokemon Spada e Scudo

Al nostro Matteo l’ultima, attesissima fatica di Game Freak non è piaciuta in toto, come abbiamo avuto modo di leggere nell’approfondita recensione, eppure il nuovo gioco dei mostriciattoli giapponesi è in cima a tutte le classifiche di vendita, tanto in Italia quanto all’estero.

Il fascino della nuova ambientazione, chiaramente ispirata alla Gran Bretagna, lo sfavillante aspetto visivo, pur piagato da problemi al framerate, ed una serie di facilitazioni per le nuove leve sono evidentemente bastati a far presa sul pubblico, sicuramente allargato rispetto ai tempi del 3DS.

Il meglio fuori casa – Novembre 2019

La debolezza dell’endgame e la mancanza di veri e propri dungeon sono tra i punti più deludenti secondo la nostra recensione, e, ad onor del vero, non sismo stati gli unici a non salire (o a farlo solo parzialmente) sul carro dei vincitori: l’impressione è che Nintendo abbia rischiato molto meno di quanto avrebbe potuto, “accontentandosi” di regalare per Natale un blockbuster a tutte le famiglie che hanno un modello di Switch in casa.
Se amate la saga, comunque, l’acquisto rimane consigliato, magari aspettando il primo calo di prezzo.

Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020

Nonostante sia un franchise che si ripete uguale a se stesso da diversi decenni, limitandosi a perfezionare e potenziare la formula piuttosto che innovarla, Mario & Sonic ai Giochi Olimpici, nella doppia versione estiva ed invernale, continua a rivelarsi un titolo divertente ed adatto a tutta la famiglia, con una ricchissima serie di minigiochi capaci di coinvolgere anche gli utenti solitamente poco avvezzi al medium.

mario e sonic ai giochi olimpici di tokyo 2020

L’abbondanza di party game pubblicati per Wii aveva fatto passare un po’ in secondo piano il valore di questo franchise, con una folta concorrenza, proposta spesso a prezzo più basso, che ne aveva distratto la fanbase. La libreria di Switch, però, così differente da quella della console con sensori di movimento di due generazioni fa, consente di apprezzare maggiormente questo tipo di produzioni per quanti vivono ancora il videogioco come una forma di intrattenimento perlopiù sociale, in locale, e non solamente in rete.

Trovate maggiori informazioni sul gameplay ed un’analisi molto più approfondita nella recensione curata dal nostro Nicolò Bicego.

Children of Morta

Dopo aver riscosso un meritatissimo successo tanto su piattaforma PC, la prima dove ha debuttato, quanto su PS4 ed Xbox One, Children of Morta è giunto finalmente anche su Nintendo Switch, piattaforma che è sembrata da subito la casa ideale per un gioco di questo tipo.

Di quale tipo stiamo parlando, di preciso? Chi ha letto la nostra recensione di qualche settimana fa lo saprà già benissimo, ma a beneficio dei meno attenti diremo che si tratta di un gustoso (e riuscito) ibrido tra un dungeon crawler sulla falsariga di Diablo e un roguelite, ovvero un gioco fortemente basato sulla generazione procedurale dei contenuti e sulla rigiocabilità.

Il meglio fuori casa – Novembre 2019

La famiglia Bergson offre varietà e dinamiche di gioco approfondite a chiunque decida di affiancarla per sconfiggere le orde di mostri: alle consuete dinamiche rese famose da Blizzard con Diablo, infatti, si affiancano un buon numero di classi e abilità differenti, capaci di rendere ogni partita differente dalle precedenti.

Se a questo si aggiungono un sistema di controllo perfetto tanto in mobilità quanto dinanzi alla tv, una buona quantità di contenuti ed un prezzo di lancio assolutamente abbordabile (anche in versione fisica, peraltro), c’era da aspettarsi che il titolo Dead Mage si guadagnasse un ottimo voto sulle nostre pagine.

Atelier Ryza Ever darkness & the secret hideout

Come ultimo titolo del mese di novembre abbiamo deciso di premiare il ventunesimo nella lunghissima serie degli Atelier di Gust, intitolato Atelier Ryza: grazie a una serie di accortezze e migliorie non solo incrementali, ma volte a migliorare sostanzialmente l’esperienza di gioco, infatti, la software house nipponica ha sfornato uno dei capitoli migliori nella lunga storia del franchise.

atelier ryza

Ci riferiamo soprattutto al nuovo combat system, assai più dinamico ed emozionante di quello degli ultimi episodi, e al notevole snellimento di tutte le meccaniche legate al crafting, altro elemento fondante della giocabilità di questi titoli.
Se a questo si aggiunge un comparto grafico completamente rinnovato, che sfrutta a pieno la potenza messa a disposizione da PS4 e Switch, ecco che il pacchetto diventa decisamente allettante non solo per i fan della serie, ma anche per tutti coloro che, pur non avendola mai provata, si sono sempre detti curiosi. Una bella sorpresa che proprio non ci aspettavamo, insomma.

Anche novembre è alle spalle, con il suo carico di titoli davvero interessanti con cui spendere le serate più uggiose: se avete ospiti a casa o una famiglia numerosa, Mario & Sonic ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020 potrebbe davvero fare al caso vostro, tra minigiochi e sfide a tutta birra. Se amate i giochi simili a Diablo e ne avete avuto abbastanza dell’action rpg firmato Blizzard, Children of Morta potrebbe saziare la vostra sete di loot e scontri all’ultimo sangue: il gioco in pixel art di Dead Mage è perfetto anche per sessioni di gioco molto brevi ed è estremamente rigiocabile.

Se, invece, cercate un gioco di ruolo dai ritmi più compassati e dal taglio più spiccatamente nipponico, Atelier Ryza Ever darkness & the Secret Hideout potrebbe stupirvi, grazie alla bontà del suo rinnovato sistema di combattimento e alla piacevolezza del comparto grafico. Last but not least, Pokemon Spada e Scudo rimangono due pesi massimi della line up Nintendo per questa stagione natalizia, e, nonostante non siano i capolavori che la fanbase sperava, rimangono due titoli assolutamente consigliati.

Buone feste a tutti, ci aggiorneremo a cavallo di fine anno!




TAG: atelier ryza, children of morta, il meglio fuori casa, Mario e Sonic ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, pokémon spada e scudo

OffertaBestseller No. 1