Recensione 6 min

Fitness Boxing 2: Rhythm & Exercise | Recensione – Come dare pugni per tenersi in forma

Nintendo continua a volerci fare tenere in forma, e questa volta lo fa facendoci sferrare tanti pugni. Scopriamo insieme se ci sono riusciti!

Nintendo è sicuramente una delle compagnie che ha creduto maggiormente nel concetto di videogiochi che riescono ad andare oltre il semplice intrattenimento. In particolare, l’azienda giapponese è stata una delle apripista dei giochi utilizzati per fare esercizio e curare la nostra salute fisica: basti pensare al fenomeno che fu Wii Fit o, per restare in tempi più recenti, Ring Fit Adventure, che anche grazie alla pandemia di quest’anno è stato particolarmente richiesto dai giocatori di tutto il mondo.

Fitness Boxing 2

Piattaforma:
SWITCH
Genere:
rhythm-game, sportivo
Data di uscita:
4 Dicembre 2020
Sviluppatore:
Imagineer
Distributore:
Nintendo

Non fu però il solo titolo “salutista” a venire pubblicato da Nintendo su Switch lo scorso anno – almeno per quanto riguarda il mercato americano ed europeo – perché fianco a fianco con Imagineer venne sviluppato anche Fitness Boxing, un titolo che prometteva di tenersi in forma grazie a semplici esercizi di pugilato e che riuscì a vendere più di 300.000 copie.

Probabilmente complice il già citato – e decisamente inaspettato, perfino per alcuni esperti – successo di Ring Fit Adventure, Nintendo e Imagineer hanno deciso di provarci ancora, realizzando un sequel di quel titolo che aveva già mostrato abbastanza potenziale. Così nasce dunque Fitness Boxing 2: Rhythm & Exercise, titolo per Nintendo Switch che cerca di migliorare quanto fatto di buono in precedenza e di offrirsi come potenziale alternativa per coloro che preferirebbero muoversi in maniera più sciolta, ma senza rinunciare al divertimento offerto da questa console.

In posizione

Il titolo non nasconde fin da subito la propria ambizione di voler essere considerato principalmente come uno strumento per fare esercizio fisico, e lo chiarisce subito più che presentarsi come videogioco vero e proprio. Effettivamente fin dai suoi primi minuti di gioco, Fitness Boxing 2 fa del suo meglio per spiegare al giocatore il modo corretto di impugnare i Joy-Con, come posizionarsi di fronte allo schermo e come effettuare i primi esercizi, in quello che è considerabile come un vero e proprio tutorial per iniziare a fare fitness.

Iniziamo con un po' di stretching.

L’obiettivo del gioco è quello di riuscire a effettuare tutti gli esercizi che vengono mostrati sullo schermo, muovendosi a tempo, seguendo il ritmo della musica per orientarsi e colpendo i bersagli con la giusta precisione, proprio come si farebbe in altri giochi ritmici.

Subito dopo averci spiegato come funziona il tutto, ci verrà chiesto di compilare una scheda personale con i nostri dati, compreso un nostro obiettivo personale da raggiungere. In base a quanto verrà da noi dichiarato, il gioco cercherà di fornirci una routine di esercizi giornaliera adatta alle nostre esigenze, ma che comunque sarà possibile modificare in ogni momento.

L'importante è seguire il tempo e mantenere la postura.

Ogni routine potrà essere svolta su tre diversi livelli di intensità: leggero, moderato e intenso. Questi indicatori servono semplicemente a far capire al gioco quanto tempo siete disposti a dedicare allo svolgimento delle varie attività. Il tutto ovviamente potrà essere deciso in totale autonomia, senza che vi possiate sentire obbligati in alcun modo a quanto sancito dalla scaletta suggerita dal gioco. Potrete infatti modificare in qualunque momento i vostri obiettivi, e il gioco modificherà gli esercizi di conseguenza, per tenere conto dei vostri desideri. Per esempio, verranno offerti esercizi con tempistiche diverse se cercherete di concentrarvi sulla vostra resistenza, piuttosto che sul muovere tutto il corpo.

Viene anche offerta la possibilità di includere o no nella nostra routine anche una fase di stretching iniziale e finale, anche se il gioco consiglia vivamente di non saltarla per aiutare a rilassare i muscoli ed ottenere risultati migliori. Questa fase di relax potrà essere anch’essa più o meno intensa, a seconda dell’impegno che verrà richiesto non solo alle nostre braccia ma alle gambe.

Possiamo personalizzare il nostro istruttore e regolare gli esercizi.

Fare boxe a ritmo di musica

La funzione della colonna sonora non è unicamente quella di accompagnare i nostri esercizi, ma anche di aiutare a dettare il tempo di ogni singolo movimento. Sono presenti non solo alcune tracce originali realizzate per il gioco, ma anche tanti brani provenienti da artisti e gruppi famosi come, per esempio, Katy Perry, Bon Jovi e Darude. Sia le nuove canzoni che gli esercizi più difficili possono essere sbloccati portando a termine con un risultato soddisfacente le attività di gioco, non necessariamente all’interno della routine ma anche con esercizi liberi.

Tutte le musiche sono presenti esclusivamente senza tracce vocali ed in una composizione con strumenti diversi, per non distrarre dalla voce del nostro istruttore, dagli esercizi e per mantenersi comunque simili alle controparti originali. Questa operazione non renderà le canzoni esattamente orecchiabili, anche se la loro melodia resta comunque inconfondibile.

Dato che lo sport scelto è la boxe, non deve certamente sorprendere che la maggior parte degli esercizi si concentri sull’utilizzo delle braccia. Tuttavia, vista la sua ambizione di voler essere un prodotto che serva a curare tutto il corpo, all’interno di Fitness Boxing 2 sono pensati degli allenamenti sempre collegati al mondo del pugilato che aiutano ad utilizzare non solo braccia e mani, ma anche gambe e piedi. Non troveremo infatti solamente mosse come jab, diretti, ganci e montanti, ma verremo spinti anche ad abbassarci, effettuare schivate o a muoverci rapidamente in avanti e all’indietro.

Si può modificare anche lo sfondo, anche se non sappiamo quanto possa aiutare vedere dei dolci.

Prima di dirigervi ad effettuare esercizi su Fitness Boxing 2, vi consigliamo vivamente di regolare la registrazione del tempismo dei colpi in maniera manuale: abbiamo infatti notato che lasciando le impostazioni di default non sempre i colpi venivano registrati nelle tempistiche corrette. Una piccola modifica manuale vi permetterà quindi di avere i risultati migliori ed una maggiore immersione nelle attività. Nonostante questi leggeri accorgimenti, ci è rimasta comunque la sensazione che alcuni movimenti non vengano rilevati nella maniera corretta – e non sappiamo quanto ciò dipenda effettivamente dai limiti del Joy-Con.

Gli esempi più lampanti sono i ganci e i movimenti in avanti e all’indietro, che anche se vengono effettuati in modo corretto il gioco potrebbe indicare come non effettuati. Il motivo è presto detto: i Joy-Con riconoscono un movimento molto generico che viene associato ad ogni singolo esercizio. Teoricamente, questo dovrebbe servire ad assicurare che l’operazione venga effettuata con la postura corretta e senza creare potenziali complicazioni ad utenti non professionisti, il vero target di questo prodotto. Tuttavia, il risultato finale è una registrazione assai imprecisa e difficile da prendere seriamente, ma soprattutto che evidenzia tutti i limiti di questa produzione.

Nelle fasi più intense lo sfondo diventerà ancora più vivace, per motivarci al meglio.

Forza di volontà

L’utilizzo dei movimenti generici permette infatti di abusare facilmente di tutto il sistema di gameplay. Per farvi capire più dettagliatamente di cosa stiamo parlando, l’esempio più pratico è sicuramente quello dei jab e diretti. Nel gioco sono disponibili due varianti di questi esercizi: una standard diretta alla testa ed un’altra che spinge ad abbassarsi per mirare al corpo. Ebbene, basterà effettuare lo stesso identico movimento perché il gioco ritenga comunque l’incarico svolto correttamente.

A causa di questo evidente limite di programmazione, riteniamo importante sottolineare come questo, più che come un videogioco che promette di far dimagrire, deve essere preso come uno strumento motivazionale per fare esercizio. Questo perché ci sono anche altre operazioni che non vengono registrate ma che il gioco ritiene comunque necessario facciate per ottenere i risultati ideali, come il fare ripetutamente oscillazioni avanti e indietro a ritmo o lo stretching. Fitness Boxing 2 fa dunque molto affidamento sulla forza di volontà di chi gioca, confidando che chi decida di acquistare questo prodotto sia interessato a fare tutto quello che viene chiesto, a prescindere da quello che sarà il resoconto finale e senza farsi troppe domande.

Oscillando schiveremo colpi e muoveremo maggiormente il corpo.

Naturalmente chiunque sia interessato ad utilizzare questo titolo per allenarsi non cercherebbe certamente di imbrogliare (o almeno così vogliamo sperare). Resta però il fatto che l’assenza di un vero e proprio rilevatore più preciso potrebbe spingere i più pigri a non fare un vero sforzo, che sarebbe altrimenti necessario, e a ritenersi comunque pienamente soddisfatti perché il gioco ha detto loro di aver fatto un lavoro eccellente e di avere un’età fitness di 18 anni. Un problema che, insomma, un titolo di questa matrice avrebbe dovuto provare a evitare assolutamente, trovando il modo di motivare ogni tipo di appassionato in modo preciso.

Per tutti coloro che possiedono abbastanza motivazione da ignorare questi piccoli difetti, possiamo certamente dire che gli esercizi sono studiati molto bene. La routine è infatti programmata in maniera tale da distribuire la fatica con i tempi giusti, con un apice di movimenti per poi andare via via defaticando i muscoli e tenerli impegnati. Possiamo dire che ha messo a dura prova la nostra resistenza, ed anche il giorno dopo ci ha fatto sentire la fatica, ed i benefici, di un corretto esercizio.

Anche l’idea di concentrarsi per i primi giorni sulle braccia, per poi passare solo in seguito a sbloccare gli esercizi relativi alle gambe, riteniamo sia una scelta vincente. Questo permette all’utente più casual di non spaventarsi per il possibile impegno e di poter procedere per gradi, in base alle proprie necessità.

Muovendoci avanti e indietro terremo i piedi sempre impegnati.

Boxing per tutti

È proprio in virtù dell’interfaccia che vogliamo spezzare una grandissima lancia a favore del gioco. Sono infatti presenti moltissime opzioni di accessibilità per utenti che dovessero riscontrare difficoltà per determinati movimenti, con la possibilità di scegliere di indicare alcuni esercizi come riusciti a prescindere dai movimenti effettuati o perfino disabilitarli interamente, se ritenuti troppo difficili o inaccessibili. Fitness Boxing 2 ha cercato di tenere conto di tutti nel volere offrire uno strumento per esercizi che potesse anche essere un intrattenimento, senza che nessuno potesse sentirsi scoraggiato. Forse è anche per questo che ci lascia più perplessi l’assenza dell’indicatore di cui facevamo cenno, che poteva accontentare gli utenti più esperti, altrimenti forse poco affascinati da questo titolo.

Da un punto di vista prettamente ludico, non ci sono molti aspetti da poter sottolineare. Il gioco si limita unicamente ad offrire questi piccoli esercizi a tempo, con la possibilità di personalizzarne sfondo e musica. Altre piccole variazioni sono rappresentate dagli obiettivi sbloccabili, dalla presenza di più istruttori e dalla possibilità di vestirli a proprio piacimento, con opzioni che diventeranno accessibili giocando ogni giorno e spendendo biglietti, ottenibili attraverso gli achievement.

Niente mini-giochi o attività simili dunque, ma solo del sano movimento per braccia e gambe effettuabile in qualunque momento della giornata. Potreste anche decidere di lasciare degli avvisi per fare in modo che la vostra console vi avverta quando è l’ora di allenarsi, ma la funzione non riteniamo sia stata sviluppata benissimo – precisiamo che è una problematica della console, non del gioco – e quindi fareste meglio a tenervi dei promemoria per conto vostro.

Se possedete Switch e cercate giochi per tenervi in forma, potreste anche prendere in considerazione l’acquisto di Ring Fit Adventure, la sorpresa di Nintendo dell’ultimo anno.

6,3

Fitness Boxing 2

Piattaforme: switch
Fitness Boxing 2 è un titolo molto ambizioso, che mira a diventare un vero e proprio strumento per tenersi in forma ogni giorno. Nonostante le routine e gli esercizi siano stati studiati efficacemente, ci sono dei limiti nella rilevazione dei movimenti che potrebbero scoraggiare i giocatori più pigri a metterci dell'impegno, accontentandosi dei minimi sforzi per un massimo risultato in-game. Se però siete disposti a metterci tanta forza di volontà, seguire alla lettera tutte le indicazioni del gioco e non prendere scorciatoie, allora questo prodotto potrebbe comunque essere un valido aiuto per motivare a fare del sano esercizio, soprattutto in un periodo storico particolare come questo.

Pro

  • Routine ed esercizi studiati egregiamente
  • Se giocato seriamente, può aiutare davvero a tenersi in forma...
  • Una ricca selezione di canzoni belle e famose...
  • Tante opzioni di accessibilità

Contro

  • Davvero poco intrattenimento ludico
  • ...ma i limiti del gioco sono purtroppo evidenti
  • ...ma il loro arrangiamento per il gioco è poco orecchiabile
  • Rilevazione dei movimenti poco efficace per alcune mosse
6,3