News 2 min

Days Gone per PC non supporterà due feature next-gen

Days Gone su PC è privo di alcune interessanti opzioni grafiche

Days Gone è prossimo all’arrivo su PC: la data da segnare sul calendario è il 18 maggio, e in concomitanza con l’uscita iniziano a emergere interessanti novità sul comparto tecnico del gioco a tema zombie.

L’avventura di Deacon St. John ha rappresentato un vero e proprio salto di qualità per Bend Studio, che ha consegnato un titolo dalla narrativa potente condito da un gameplay interessante.

L’Oregon oppresso dai non morti, teatro delle avventure del protagonista, è riuscito a entrare nel cuore dei fan, desiderosi di vedere un secondo capitolo che potrebbe non arrivare mai.

Sulle motivazioni che avrebbero portato Sony alla cancellazione del sequel si è espresso anche John Garvin, creative director del titolo, condividendo le sue considerazioni sull’annullamento del progetto.

Il titolo sta per arrivare su PC, e iniziano a emergere dettagli che non mancheranno di lasciare l’amaro in bocca a qualche videogiocatore.

Days Gone in versione PC non supporterà il DLSS e il ray tracing. A comunicare la notizia è stata la stessa software house in una FAQ, come segnalato anche da IGN.com.

Si tratta di due tecnologie “next-gen” da tempo in voga su PC che sarebbe stato certamente molto interessante vedere applicate nel titolo di Bend Studio.

La prima, sviluppata da Nvidia, è l’acronimo di “super campionamento ad apprendimento profondo” e permette un upscaling in tempo reale delle immagini in bassa risoluzione.

Il più popolare ray tracing è invece una potente tecnica di rendering delle luci, che purtroppo non vedremo applicata agli affascinanti panorami dell’Oregon.

Malgrado queste mancanze, il gioco offrirà un gran numero di opzioni che garantiranno un aumento del livello di dettaglio per quanto riguarda il fogliame, molto presente nel gioco, una migliore qualità delle ombre e delle textures, un aumento del FOV e molte altre aggiunte.

In una rivelazione interessante di un ex Bend Studio, è emerso che Sony sottovalutò la pirateria su PSP. La dichiarazione suona come un sassolino tolto dalla scarpa, soprattutto in seguito alla cancellazione di un ipotetico sequel.

Vi segnaliamo che è già disponibile un video confronto tra PC e PS5 che vi aiuterà a farvi un’idea di ciò che vi aspetta nella nuova versione dell’avventura di Deacon (e della sua inseparabile moto).

Nonostante le brutte notizie riportate in apertura, i fan hanno dato vita ad una petizione per chiedere che il sequel diventi realtà: non resta che vedere se Sony la prenderà in considerazione.

C’è qualche titolo che volete recuperare su PlayStation Store? Potete farlo acquistando una ricarica su Amazon.