VIDEO CONFRONTO 3 min

Cyberpunk 2077 1.2: come gira ora su PS4?

Abbiamo testato l'ultima patch di Cyberpunk 2077 su PS4 e in retrocompatibilità su PS5: vediamo cosa è cambiato nelle performance

Quando, lo scorso mese di dicembre, CD Projekt RED ha dato pubblicazione a Cyberpunk 2077, è stato evidente da subito – come vi raccontammo al day-one – che la versione console del gioco fosse una forma-altra rispetto a quello che avevamo visto su un PC da gaming. Al di là di inciampi tecnici e bug presenti su tutte le versioni, chi ha portato a casa il gioco su PS4 (per fare un esempio) si è trovato di fronte a una risoluzione estremamente scalata, un frame rate incostante e un pop-in onnipresente, con diversi hotfix che sono usciti via via per migliorare la situazione.

Ci siamo poi trovati di fronte all’arrivo di due patch maggiori, che avrebbero dovuto risolvere la maggior parte delle problematiche: quella 1.1 di gennaio, più interlocutoria, e quella titanica 1.2 pubblicato lunedì, che con 43 GB di download sistema moltissimi difetti e bug in cui era possibile incappare. Quanto cambia, però, nelle performance del gioco in sé?

 

Come potete vedere nel video sopra, abbiamo fatto qualche test su PlayStation 4 base (versione fat) e su PlayStation 5 in retrocompatibilità. Rimane la non-possibilità di scegliere tra modalità grafica e modalità performance – presente su Xbox Series X. Il crollo di frame rate che avevamo visto al debutto (c’erano cali anche intorno a 10-12 fps) per fortuna continua a essere un ricordo, ma ci sono dei momenti di fortissimo stuttering – come quando si innescano delle sparatorie o quando ci sono più NPC su schermo, ad esempio.

Il maggior problema rimane però il sempre presente pop-in: capita che vi spuntino davanti dei veicoli e, nella guida notturnac’è un problema nel caricamento delle luci. Sfrecciando a velocità sostenuta, ad esempio, vi troverete ancora in aree praticamente buie, col rischio di andare a schiantarvi, perché l’incedere del vostro veicolo sarà più rapido della velocità di caricamento degli asset. Continuano anche i pop-in di texture e ombre, anche sui modelli dei personaggi che incontrate per Night City. Rispetto all’uscita, è migliorata la gestione del traffico (non siamo incappati in auto in sosta in mezzo a un incrocio senza motivo), c’è un numero più convinto di pedoni (ma lontanissimo, comprensibilmente, da quello visto su PC con lo slider apposito) e non ci è più capitato di vedere i veicoli “fantasma” comparire all’orizzonte e poi sparire quando venivano in direzione del giocatore.

È effettivamente vero che la polizia impiega più tempo a intervenire rispetto alla versione 1.1 del gioco, abbondando anche nell’uso di droni. Tuttavia, in alcuni casi la cosa appare artificiosa: ci è capitato, nel video, di commettere un crimine nei pressi di una volante, senza che gli agenti intervenissero. Non abbiamo invece osservato cambiamenti significativi nel modello di guida.

Immagini da Cyberpunk 2077 su PS4 con patch 1.2

Durante le nostre prove su PS4 e su PS5 non siamo incappati in crash che hanno portato a una schermata di errore e alla chiusura del gioco. Appare evidente dal video, inoltre, che l’edizione PS5 sia assolutamente godibile alla vista, rispetto alla controparte PS4, ancora più slavata e lontanissima dai 60 fps della retrocompatibilità su next-gen.

Rimane, in definitiva, la sensazione che ora Cyberpunk 2077 sia giocabile anche su PlayStation 4, anche se i compromessi tecnici sono ancora evidenti nelle fasi a mondo aperto, a maggior ragione nelle passeggiate in aree affollate o durante i momenti di guida. Molto pulita, rispetto a versioni di lancio come la 1.03, la pulizia dell’immagine negli interni.

Avendone la possibilità, l’opzione migliore è quella di sfruttare la retrocompatibilità su PS5, dove le cose vanno sensibilmente meglio anche dal punto di vista tecnico.

Alternative valide sono, ovviamente, la versione PC – ampiamente la migliore del lotto, ma era già evidente nella nostra video recensione – e la versione Stadia, che è stata presa in analisi dal nostro Paolo.

Difficile immaginare che l’edizione PS4 possa migliorare più di così, dopo quattro mesi di lavori svolti da CD Projekt RED. Vedremo, comunque, se ci saranno ulteriori patch, anche minori, e ve ne daremo notizia su SpazioGames.

Se volete acquistare Cyberpunk 2077 su PS4 fatelo approfittando del prezzo di Amazon.