Crash Bandicoot 4 vi permetterà di scegliere se esaurire le vite o no

In Crash Bandicoot 4 potrete decidere se giocare col metodo classico o no

NEWS
A cura di Stefania Tahva Sperandio - 24 Giugno 2020 - 19:12

È tutt’altro che un segreto che Crash Bandicoot 4: It’s About Time voglia guardare ai classici che lo hanno preceduto. Ce lo dice la sua numerazione, ce lo dice lo stile scelto per il gameplay, ce lo dice perfino lo sviluppatore Toys For Bob discutendo di alcuni aspetti chiave dell’esperienza di gioco. E, a tal proposito, guarderà ai classici anche nel suo approccio al livello di difficoltà.

Intervistato in esclusiva sul canale YouTube Canadian Guy Eh, il creative director Paul Yan ha approfondito l’uso delle vite che avremo a disposizione all’interno del gioco, spiegando che ci saranno due approcci possibili: uno che si rifarà a quello che abbiamo visto nella trilogia originale e uno più moderno, dove non rischieremo di trovarci con il counter a 0.

crash bandicoot 4

«Inizialmente, abbiamo ereditato il sistema di vite limitate che avevamo in Crash 1, 2 e 3. Come sapete, in quel caso si può accumulare un determinato numero di vite raccogliendo i faccioni di Crash, o collezionando cento frutti Wumpa. Quando però tutte le tue vite sono esaurite, hai un hard reset [una ripartenza daccapo, se vogliamo, ndr] del livello, che ti riporta fino all’inizio, se decidi di continuare e non tornare alla schermata del titolo.»

È proprio su questo aspetto che gli sviluppatori hanno deciso di concedere una possibilità di scelta, in It’s About Time: potrete decidere se tenere come attiva l’opzione classica, o se giocare senza poter esaurire le vite.

«Nel nostro studio c’è stata una divisione tra chi preferiva giocare in quel modo e chi invece preferiva fornire vite infinite. Ed ecco così la distinzione tra gli approcci moderno e retro tra cui potrete scegliere nel gioco: se sceglierete retro, ritroverete esattamente lo stesso sistema di vite limitato che avevate nei primi tre giochi. Moderno, che per noi è quello preferibile, può essere scelto in alternativa. Consente di avere vite illimitate, e la differenza starà nel fatto che se avrete già superato determinate sfide chiave, in caso di morte non sarete riportati all’inizio del livello. Però, registriamo il vostro numero di morti.»

Cosa significa questo? Che morendo tanto, potreste perdervi qualcosa di prezioso:

Abbiamo un nuovo tipo di gemma per il completamento del livello, che si può ottenere solo se lo porti a termine morendo meno di un certo numero di volte. Vogliamo quindi incentivarvi a provare a perfezionare il livello, così come vogliamo rendere il gioco più accogliente per un pubblico più ampio – dando anche la possibilità alle persone che vogliono un’esperienza classica di non rinunciarvi.

Crash Bandicoot 4, insomma, strizzerà l’occhio sia ai neofiti che agli appassionati di lungo corso, mettendo la scelta nelle vostre mani. L’uscita del gioco è fissata per il 2 ottobre su PS4 e Xbox One. Per tutti i dettagli già noti, vi raccomandiamo di dare un’occhiata alla nostra anteprima.

Fonte: YouTube

Non avete ancora prenotato la vostra copia del gioco? Potete già farlo per portarvi avanti con l’attesa!




TAG: Crash Bandicoot 4: It’s About Time