News 2 min

Call of Duty Warzone, Verdansk potrebbe tornare presto: ecco quando

La storica mappa di Call of Duty Warzone potrebbe tornare molto presto: ecco quando potrà arrivare la rotazione.

L’ultima versione di Call of Duty Warzone ha deciso di rivoluzionare completamente il gameplay e introdurre una novità molto importante: come i fan ben sapranno, la storica mappa del battle royale, Verdansk, è stata rimossa dal gioco ormai da diversi mesi.

Al suo posto, in occasione del lancio di Call of Duty Vanguard, è invece arrivata Caldera: per riflettere tale cambiamento, anche il battle royale stesso ha cambiato nome, diventando così Warzone Pacific.

L’annuncio della nuova mappa non venne però accolto con grande entusiasmo da buona parte della community, che ha provato a convincere gli sviluppatori a tornare sui propri passi e reintrodurre Verdansk.

Che i fan non siano contenti dell’attuale stato del franchise non è certo un mistero: un’ulteriore conferma è arrivata quando poche settimane fa è stato un altro capitolo storico di Call of Duty a segnare un record importante su Twitch, pur non essendo ormai più supportato.

I giocatori non vogliono necessariamente che venga rimossa Caldera dal gioco, ma semplicemente che Warzone adotti una soluzione già implementata con successo in altri battle royale: introdurre una rotazione delle mappe.

TeeP, noto pro player nella community di Call of Duty, ha avuto modo di intervistare Josh Bridge del team di Warzone sul proprio canale Twitch, apprendendo che potrebbero arrivare presto grandi novità (via Dexerto).

Sembra infatti che anche il team di Warzone «vuole davvero» introdurre la rotazione delle mappe, e l’unico motivo per cui non è già avvenuto è la difficoltà riscontrata per le dimensioni dei file.

Se gli sviluppatori decidessero infatti di rimuovere Caldera per reintrodurre Warzone, questo comporterebbe «riscaricare essenzialmente tutto Warzone»: considerate le enormi dimensioni del battle royale, non si tratta dunque di una soluzione attualmente implementabile.

Josh Bridge ha infatti ammesso che Call of Duty Warzone ha perso giocatori ogni volta che è stata implementata una patch di dimensioni considerevoli: il team vuole procedere verso l’introduzione della rotazione delle mappe e il conseguente ritorno di Verdansk, ma occorrerà comprendere come risolvere questo sgradevole inconveniente tecnico.

Nonostante l’impresa non sia certamente delle più semplici, lo sviluppatore ha promesso che Raven e Activision stanno lavorando duramente a una soluzione e che presto avranno ulteriori dettagli da aggiungere al riguardo, lasciando intendere che la rotazione delle mappe potrebbe arrivare prima del previsto.

Vi terremo naturalmente aggiornati sulle nostre pagine qualora ci fossero novità sul ritorno di Verdansk: nel frattempo, i giocatori potranno godersi la Stagione 2 di Warzone Pacific, con gradite conferme e sorprese di cui vi abbiamo parlato nel nostro speciale.

Se volete recuperare l’ultimo capitolo della serie sviluppato da Treyarch, su Amazon potete acquistare Call of Duty Black Ops Cold War a un prezzo imperdibile.